NewtownbutlerL’Housing Executive è stato criticato dopo che è stato permesso ad un memoriale repubblicano erreto a Fermanagh di restare in piedi.
Il monumento, in memoria del martire repubblicano Bobby Sands, è comparso a settembre nella cittadina di Newtownbutler.

Sands fu eletto parlamentare nella circoscrizione di Fermanagh e South Tyrone nel 1981, poco prima di morire durante lo sciopero della fame nella prigione di Maze.

Tom Elliott, parlamentare dell’UUP, ha detto che la popolazione locale è “oltraggiata” dal monumento e ha chiesto all’Housing Executive di rimuoverlo.

“Quando questo monumento fu eretto, chiamai l’Housing Executive, che possiede il luogo su cui è costruito, per rimuoverlo al più presto possibile”, ha affermato.

“Recentemente ho fatto inchieste riguardo ai progressi fatti, sono per essere informato che le discussioni stanno ancora andando avanti tra il ministero dello Sviluppo Sociale, il ministero dell’Ambiente e i gruppi locali.

“Così realisticamente, siamo giunti a quasi tre mesi da quando questo monumento altamente offensivo è comparso e quasi nessun progresso è stato fatto riguardo alla sua rimozione.

“In maniera comprensibile, molti abitanti, compresi alcuni che persero parenti e amici per mano dell’IRA, si sentono oltraggiati a dover passare vicino a questo pugno nell’occhio, quando invece sarebbe dovuto essere rimosso molto tempo fa.

“Ecco perché sto reiterando la mia richiesta per la rimozione il più presto possibile e confido che i ministri Ritchie e Poots velocizzeranno per permettere una conclusione soddisfacente”.

In risposta alla domanda, di Elliott, in aula di Stormont , su quali azioni saranno intraprese per rimuovere il memoriale, il ministro dell’Ambiente ha riferito: “Le discussioni con il Northern Ireland Housing Executive stanno proseguendo, nel tentativo di stabilire la questione localmente, per soddisfare tutti.

Il NIHE ha fatto sapere: “L’intera questione sui memoriali è sia sensibile che altamente emotiva e sensibile, a Newtownbutler come in un altro posto. Dai nostri colloqui con i rappresentanti, regolarmente eletti, a Newtownbutler, è chiaro come ci sia molto da fare, per migliorare le relazioni comunitarie nella zona. Abbiamo cercato di affrontare la questione in ambito locale, ma riteniamo sia non realistico provare a rimuovere il monumento senza l’accordo con la popolazione locale”.