image

Un gruppo paramilitare lealista ha lanciato minacce di morte contro i membri della PSNI e della Commissione Parate

Due immagini sono state inviate ai media. Mostrano tre uomini a volto coperto vestiti con abiti in stile paramilitare seduti ad un tavolo con due pistole e due fucili semiautomatici sul tavolo.

Il gruppo – ancora senza nome – ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che dopo “il brutale assalto” della scorsa notte “contro la comunità PUL (Protestante Unionista e Lealista, Ndt) e l’uso casuale di proiettili di plastica che hanno rischiato di ferire gravemente la nostra gente, non abbiamo scelta se non annunciare che la PSNI e la Commissione Parate sono obiettivi legittimi”.

Il gruppo ha aggiunto: “Non volevamo finisse così ma la nostra gente ha sofferto abbastanza negli ultimi anni e noi come lealisti disimpegnati e scontenti sentiamo sia giunto il momento di agire. Non ci arrenderemo”.

La PSNI non ha rilasciato commenti.