Ieri la polizia ha fermato un cinquantunenne soprannomicato “Il chirurgo” per l’omicidio del 2005

Magennis Bar, dove fu ucciso Robert McCartneyUno dei comandanti più spietati dell’IRA, accusato di aver organizzato decine di omicidi durante il conflitto nordirlandese, è stato interrogato per l’omicidio di Robert McCartney.

Il cinquantunenne, soprannominato “Il chirurgo” (The Surgeon), è stato arrestato mercoledì nei pressi del confine irlandese in collegamento con uno degli omicidi più controversi del post-cessate-il-fuoco in Irlanda del Nord.

Durante gli ultimi anni dei Troubles è diventato il secondo in comando della brigata di South Armagh, dopo il leader Thomas “Slab” Murphy.

Il repubblicano di South Armagh è stato interrogato sul ruolo dell’IRA nell’intimidazione dei testimoni e nell’ostacolare le indagini della polizia sull’omicidio avvenuto nel 2005 all’esterno di un pub nel centro di Belfast. Non vi è alcun suggerimento che “Il chirurgo” fosse presente la notte dell’uccisione, ma invece è messa in discussione dagli investigatori il ruolo della leadership dell’IRA nell’inchiesta interna sull’omicidio McCartney.

L’uomo fermato è stato trattenuto mercoledì nella zona di Jonesborough, quindi trasferito nella Serious Crime Suite della stazione di polizia di Antrim per gli interrogatori.

L’omicidio avvenuto all’esterno del Magennis Bar, di fronte al Palazzo di Giustizia a Belfast, provocò una crisi nel processo di pace dopo che emerse il coinvolgimento dei membri locali di una unità dell’IRA nell’uccisione e nell’insabbiamento delle indagini forensi. Un certo numero di testimoni oculari sono stati intimiditi, facendoli desistere da cooperare con le indagini della polizia.

McCartney, proveniente dal quartiere di Short Strand, è morto dopo essere stato picchiato e accoltellato vicino al bar. Lo Sinn Féin è stato accusato dalle sorelle McCartney di ostruzione alla giustizia e di impedire ai testimoni oculari di parlare.

Le sorelle McCartney hanno lanciato una campagna di alto profilo per portare gli assassini del fratello alla giustizia e hanno ottenuto il sostegno di molti simpatizzanti tra cui George W. Bush e Ted Kennedy.

La campagna ha portato le sorelle McCartney dalle strade di Short Strand alla Casa Bianca fino alla conferenza annuale dello Sinn Féin a Dublino. Continuano a sostenere che i repubblicani continuano a dissuadere le persone a fornire i nomi delle persone coinvolte.

Dopo l’inchiesta interna l’IRA espulse tre membri ed in seguito lo Sinn Féin sospese sette dei suoi membri. Tuttavia altri membri dello Sinn Féin che si trovavano nel bar la sera del delitto sono poi stati promossi all’interno del partito. Uno di loro sarebbe una stella nascente nell’organizzazione.

Nel 2008 Terence Davison fu assolto dall’accusa di aver partecipato all’omicidio McCartney, mentre altre due persone hanno visto decadere le accuse legate all’uccisione.