Odyssey ArenaLa polizia nordirlandese ha chiesto scusa per non aver reso pubblici i dettagli degli scontri settari esplosi a Belfast nella serata dell’Old Firm (il derby tra Celtic e Rangers Glasgow).

Nove persone sono state arrestate negli scontri scoppiati tra un centinaio di persone all’ingresso dell’Odyssey Complex nella zona di East Belfast nelle prime ore di lunedì.

I disordini, durante i quali una donna di 28 anni è stata trasportata in ospedale con ferite al volto, sono scoppiati tra due gruppi rivali che cantavano slogan settari dopo la finale della coppia di Scozia di domenica tra Rangers e Celtic.

I cani-poliziotto sono stati utilizzati per sedare le violenze, durate 90 minuti.

I dettagli degli incidenti sono emersi solo oggi, facendo sorgere questioni sul motivo per cui il Police Service of Northern Ireland non ha rilasciato le informazioni ai mezzi di comunicazione.

Una portavoce della polizia ha ammesso che è stato compiuto un errore.

“La PSNI rilascia i dettagli sugli incidenti in base alle esigenze investigative, però siamo impegnati nella trasparenza ed apertura e realizziamo che si è trattato di un grave evento”, ha affermato.

“Chiediamo scusa per non aver rilasciato dettagli ai media in precedenza”.

Si è appreso che le discoteche all’interno del complesso di intrattenimento hanno concordato di limitare volontariamente l’orario di apertura e le promozioni bevande nelle prossime settimane, in uno sforzo per evitare un altro incidente.

Due donne e sette uomini sono stati arrestati. Sono tutti di età compresa tra 18 e 23 anni. Tutti sono stati successivamente rilasciati in attesa del trasferimento dei verbali della polizia ai pubblici ministeri.

La portavoce della polizia ha chiesto ad eventuali testimoni di farsi avanti.