La Real IRA a Derry ha riferito di aver abbandonato il piano per quella che è stata descritta come “un’interferenza civile”

Real IRA | Óglaigh na hÉireannNon si sa quando e dove l’attacco sarebbe dovuto avvenire ma si sa che era un attacco armato contro un agente della PSNI.

In una telefonata al Derry Journal, utilizzando una parola riconosciuta, un portavoce dell’organizzazione ha detto che “l’operazione con il cecchino è stata abbandonata a casa dell’interferenza civile”.

La persona ha ripetuto un avvertimento personale verso i civili di “stare lontano da tutte le forze della Corona”.

Il portavoce ha minacciato gli esercizi pubblici dal fornire merce alle forze di Sicurezza.

“Ripetiamo l’avvertimento già emesso in passato in relazione alla fornitura di oggetti alle forze di sicurezza. Controlleremo la situazione e prenderemo provvedimenti” ha detto la persona all’altro capo della cornetta.

Anche un’altra minaccia è stata lanciata contro chi fornisce limitazioni. “Chiunque passerà informazioni alle forze della Corona, ne pagherà le conseguenze.

L’avvertimento giunge a poco più di una settimana dallo scoppio di un’autobomba lasciata dalla Real IRA fuori dall’Ulster Bank in un parcheggio posizionato in Culmore Road, che ha provocato gravi danni all’edificio.

La zona intorno alla scena dell’esplosione è stata isolata per oltre 24 ore, causando gravi disagi al traffico.
L’attacco è stato largamente condannato.