Reg Empey - UUP - Ulster Unionist PartyIn autunno Sir Reg Empey lascerà la guida dell’Ulster Unionist Party.

Il leader dell’UUP ha annunciato la mossa durante l’incontro dell’esecutivo del partito avvenuto nel fine settimana.

Empey ha trascorso la scorsa settimana a ponderare il proprio futuro dopo il fallimento del collegamento elettorale con il Conservative Party, che non ha permesso di conquistare alcun seggio per Westminster.

Il leader dell’UUP, ex uomo di affare, è stato sconfitto di misura nella circoscrizione di South Antrim da William McCrea del DUP.

Una fonte interna all’UUP ha parlato di un periodo di “riflessione” dopo la campagna elettorale.

Tuttavia il parlamentare di Strangford David McNarry ha già dichiarato “finito” il leader dopo le difficili elezioni.

L’esecutivo del partito ha discusso anche il patto elettorale con i Conservative, il cui leader e primo ministro britannico David Cameron è atteso in Irlanda del Nord.

I critici del risultato elettorale hanno apertamente evidenziato la mancanza di tempo per la preparazione dei candidati in vista dell’elezione; i sostenitori insistono che ciò offre una vera opportunità per i politici “normali” di andare oltre la conta settaria degli elettori.

L’ex parlamentare dell’UUP, Sylvia Hermon, ha riconquistato il seggio di North Down dopo essersi presentata come indipendente, dichiarando di non essere una Conservative. I liberali come Basil McCrea vogliono appellarsi agli elettori che tradizionalmente votano per l’Alliance Party e sperano di conquistare voti da DUP e Conservative.

Altri nel partito sono favorevoli ad un’unione tra gli unionisti ma sono preoccupati di essere soverchiati dal DUP.

Alcuni dicono che l’opzione unitaria sia urgente perché preoccupati dalla possibile elezione di Martin McGuinness a primo ministro, qualora lo Sinn Fein fosse il primo partito nelle elezioni per Stormont del prossimo anno.

Potenzialmente il DUP potrebbe ancora fare la parte del leone nella conquista di seggi il prossimo anno, senza riallinearsi con l’UUP, ma non è un dato certo e garantito.