RAAD | Republican Action Against DrugsIl gruppo Republican Action Against Drugs (RAAD) è ritenuto responsabile per il ferimento di un diciottenne avvenuto a Creggan la notte scorsa.

Al giovane hanno sparato ad entrambe le gambe poco dopo le 21. Trasportato all’ospedale Altnagelvin, è stato dimesso dopo le cure mediche.

La punizione giunge poco dopo le minacce di morte inviate al negoziante locale Raymond Coyle, e alla vigilia di un raduno organizzato dal gruppo “RAAD – Not in my name”.

Condannando sia gli spari che le minacce, il Soprintendente Capo Stephen Martin ha affermato: “Questi fatti vengono compiuti da una banda criminale che pensa di essere giudice, giuria e amministratrice di punizioni sommarie.

“Hanno brutalizzato i membri della loro stessa comunità ed inflitto orribili ferite, la maggior parte delle quali a giovani ragazzi, nel corso degli ultimi anni.

“Abbiamo visto come compiono questi attacchi e aggressioni verso chi alza la voce contro di loro. Quest’anno abbiamo visto la loro sete di potere accrescersi quando hanno rivendicato un omicidio.

“Cercano di intimidire e soggiogare attraverso la minaccia della violenza ed è ora che diano ascolto alla comunità, si fermino da quello che stanno facendo e si sciolgano.

“Faccio appello a chiunque di sostenere e lavorare insieme alla PSNI, fornendoci l’assistenza di cui abbiamo bisogno per prendere i responsabili”.

Anche il parlamentare dell’SDLP, Pat Ramsey, ha condannato il ferimento del giovane di Creggan: “Sono disgustato che la violenza venga usata continuamente contro la gente di questa città. Nessuno ha il diritto di portare violenza nella comunità. La persona o le persone che hanno compiuto questo attacco non hanno posto tra la gente pacifica di Derry. Non sono i benvenuti, e chiunque abbia notizie su questo attacco dovrebbe contattare la PSNI alla stazione di Strand Road.

“Questi attacchio sono fondamentalmente sbagliati e non fanno altro che interrompere la vita delle persone coinvolte, delle loro famiglie e dei vicini. Chiedo alle persone coinvolte in questo attacco di interrompere la loro vendetta contro la gente di questa città”.