Willie Frazer | © Andrea "Aska" Varacalli

I progetti dell’attivista lealista Willie Frazer per raccogliere fondi per le famiglie delle vittime dell’IRA per cercare un risarcimento dalla Libia sono stati ridimensionati dalla Commissione Parate

Willie Frazer ha fatto richiesta alla Commissione Parate per svolgere l’evento a Belfast sabato 14 dicembre, con circa 30 partecipanti e massimo 40 sostenitori.

Ma la decisione della Commissione ha proibito che la processione si avvicini alla rotonda di Ardoyne o si rechi verso il centro cittadino.

La richiesta era di marciare da Peters Hill fino alla City Hall, percorrendo North Street, Royal Avenue e Castle Place – ma non è stato accordato il permesso.

La Commissione Parate osserva che ” l’organizzatore di questa parata può essere percepita ed associata alle proteste legate alla disputa sulle bandiere e questo potrebbe aumentare la tensione nella zona di interfaccia”.

Mentre l’evento è destinato a raccogliere fondi per mezzo di una colletta di strada, la Commissione osserva che non è stato richiesto il permesso, in linea con quanto fanno altri enti di beneficenza.

La Commissione riferisce anche delle rimostranze fatte dalo Sinn Féin, dalla Crumlin Ardoyne Residents Association e da una delegazione che rappresenta le imprese del centro città e l’industria dell’ospitalità.

La Commissione rileva inoltre di aver ricevuto la notifica di un’altra parata, che “potrebbe essere considerata provenire dalla stessa parte della comunità ” e intenderebbe percorrere la stessa strada nello stesso orario – solamente facendo il percorso inverso alla parata di Frazer..

I funzionari affermano di “aver dato il giusto peso alla possibilità di avere disordini e problemi alla sicurezza nella convergenze di queste due parate”.

Negli anni Ottanta, sotto il regime del colonnello Gheddafi, la Libia avrebbe fornito all’IRA l’esplosivo cecoslovacco Semtex.

I collegamenti tra l’IRA e Gheddafi potrebbero essere iniziati nel 1972.