In un comunicato, Peter Robinson ha dichiarato di essere tornato al suo ruolo di primo ministro

Peter Robinson ha detto di essere stato dichiarato innocente dall’accusa di aver infranto il codice di condotta per lo scandalo finanziario che ha colpito sua moglie Iris.

Ha riferito di aver informato lo Speaker dell’Assemblea William Hay della sua decisione di riprendere le funzioni, dopo aver ricevuto sostegno legale dall’avvocato Paul Maguire, incaricato di cercare le prove della sua cattiva condotta.

“Il suo consiglio avvalora la mia costante affermazione di aver sempre agito adeguatamente e in pieno rispetto dei miei obblighi pubblici”, ha detto Robinson.

“Sono quindi lieto che in questo momento critico posso riprendere le mie piene funzioni dell’ufficio con fiducia. Adesso mi muoverò verso le prossime tappe di questo processo che penso potrà vendicarmi”.

Il ministro per le Imprese, Arlene Foster, ha preso temporaneamente le funzioni di primo ministro, dopo che Robinson si è fatto da parte, lo scorso mese, per ripulire il suo nome e prendersi cura della sua famiglia, subito dopo lo scandalo sollevato dalle relazioni personali e finanziarie della moglie.

La “prima coppia” era finita in crisi dopo che il programma Spotlight di BBC rivelò come la signora Robinson si assicurò 50.000 sterline da due facoltosi imprenditori per aiutare il suo amante del tempo, il diciannovnne Kirk McCambley, ad aprire un ristorante a South Belfast.

Robinson negò con veemenza qualsiasi conoscenza degli affari irregolari della moglie.

L’annuncio giunge mentre crescono le speculazioni secondo cui l’esito dei colloqui sulla devolution dipenderanno da un difficile incontro della squadra assembleare del DUP.

A inizio settimana, il leader del DUP, sotto pressione, disse che stava lottando per convincere il suo partito ad appoggiare un accordo sul trasferimento dei poteri di polizia e giustizia e sulle parate.

Martedì il DUP ha negato qualsiasi divisione interna al partito, nonostante le voci che parlavano di 14 parlamentari contrari all’accordo proposto da Robinson.

Iris Robinson si è dimessa dai suoi ruoli parlamentari – sia a Stormont che a Westminster – e da consigliere di Castlereagh, dopo lo scandalo che l’ha coinvolta. Attualmente è sotto indagine criminale.

[flv:/flv_video/ww_kenlive_03022010.flv 590 350]