Il parlamentare DUP Sammy Wilson si è detto d’accordo con il messaggio sui murales lealisti che equiparano l’IRA e lo Sinn Féin con il cosiddetto Stato Islamico o ISIS

Sammy Wilson ha rilasciato i commenti a Public Broadcasting Service (PBS), un’emittente americana.

A Wilson era stato chiesto di parlare dei murales che comparano gli attacchi dell’ISIS di Parigi 2015 con gli attacchi dell’IRA.

Il parlamentare del DUP ha risposto che “c’è sempre stata un’affiliazione tra i gruppi repubblicani e i terroristi, specialmente mediorientali”.

Il murales di Belfast mostra i momenti successivi alle bombe IRA di Hyde Park e Canary Wharf a Londra, accanto all’immagine degli attacchi di Parigi.

La didascalia recita: “IRA – Sinn Féin – ISIS, nessuna differenza”.

Alla domanda se concorda con la frase riportata sul murales, Sammy Wilson ha risposto: “Certo. Assolutamente d’accordo”.

L’intervista di PBS verteva sul potenziale impatto che la Brexit potrebbe avere sul processo di pace nordirlandese.

Wilson ha respinto l’idea che lasciare l’Unione Europea possa essere un impedimento per Stormont.

“Sono assolutamente sicuro che alla fine di questo processo ci domanderemo se era il caso di preoccuparsi così”, ha spiegato Sammy Wilson.

Tuttavia l’ex coordinatore dei colloqui che portarono all’Accordo del Venerdì Santo, il senatore americano George Mitchell, ha espresso preoccupazione sul ritiro del Regno Unito dell’Unione Europea, perché potrebbe limitare lo scopo della collaborazione tra Londra e Dublino.

In un’intervista rilasciata a Sky News il senatore Mitchell ha detto che l’Unione Europea fu un fattore importante che portò Inghilterra e Irlanda a collaborare “per stabilire il processo che portò all’Accordo del Venerdì Santo”.

Ha aggiunto: “Credo che l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea possa ridurre la prospettiva di ulteriori collaborazioni”.