Un importante incontro tra i diplomatici libici ed i promotori della richiesta di risarcimento per le vittime del terrorismo IRA, appoggiato da Tripoli, è stato salutato come un passo importante verso un accordo

Gheddafi | GaddafiIl parlamentare del DUP Jeffrey Donaldson ha descritto il primo incontro mai avuto con i rappresentanti del governo del colonnello Gheddafi come molto produttivo.

Donaldson era accompagnato dal suo collega di partito Nigel Dodds. L’incontro è avvenuto presso l’ambasciata della Libia a Londra.

Il partito unionista sta operando per conto dei parenti di coloro che cercano un risarcimento multimilionario da parte dello stato nordafricano per il suo ruolo di fornitore di armi ed esplosivi all’IRA, durante i Troubles.

L’incontro di 45 minuti ha segnato la prima occasione nella quale le autorità libiche hanno incontrato chiunque rappresenti la campagna di risarcimento.

“Questo è un passo molto significativo per le vittime”, ha detto dopo l’incontro Donaldson. “Questo è un passo nel processo che speriamo porterà ad un accordo su questo problema”.

Il parlamentare di Lagan Valley, eletto a Westminster, ha riferito che i diplomatici si sono impegnati a compilare un rapporto sulla discussione e di inviarlo ai funzionari dell’amministrazione del colonnello Gheddafi a Tripoli.

La richiesta di danni ha guadagnato impeto negli ultimi due mesi, dopo il rilascio dell’attentatore di Lockerbie, Abdelbaset Al Megrahi, da una prigione scozzese per motivi umanitari.

Il primo ministro Gordon Brown ha offerto l’appoggio del Foreign Office alle famiglie che intendono recarsi a Tripoli per presenziare di persona.

Donaldson ha affermato di aver detto ai funzionari libici che se desiderano migliorare ulteriormente le relazioni con il Regno Unito, allora devono favorire il risarcimento.

“Abbiamo comunicato ai rappresentanti della Libia che vogliamo concludere questo argomento e raggiungere un accordo, per permettere alle famiglie di andare avanti”, prosegue.

“Adesso attendiamo la risposta da Tripoli”.

La Libia pagò già un risarcimento alle vittime americane per la strage di Lockerbie.

“I libici hanno ascoltato ciò che avevamo da dire durante la fruttuosa discussione ed il motivo per cui riteniamo sia importante che le vittime britanniche siano trattate alla stessa stregua di quelle americane”, aggiunge Donaldson.

L’incontro giunge durante uno scontro a Stormont, dopo che è emerso il coinvolgimento di agenti della PSNI nell’addestramento dei loro colleghi libici, avvenuto a Tripoli.

Ian Paisley Junior, membro del DUP all’interno del Policing Board, ha approvato la decisione di inviare i poliziotti a Tripoli.

Ma lunedì il suo leader di partito e primo ministro nordirlandese, Peter Robinson, ha annunciato che il DUP non tollererà più alcun invio di agenti dall’Irlanda del Nord alla Libia fino a quando non verranno prese decisioni sulla richiesta di risarcimento.