Martin McGuinness, Peter Robinson

L’Assemblea nordirlandese è in crisi dopo che lo Sinn Féin ha ritirato il sostegno alla riforma del welfare

Lo Sinn Féin e il Democratic Unionist Party (DUP), che guidano insieme il governo nordirlandese, si sono accusati a vicenda di malafede.

Muovendosi per bloccare il disegno di legge di riforma del welfare, Martin McGuinness dello Sinn Féin ha accusato il DUP di fare marcia indietro sugli impegni presi.

Il leader del DUP e primo ministro dell’Esecutivo, Peter Robinson, ha detto che era “disonorevole e maldestro”.

Un portavoce di David Cameron ha detto che il primo ministro inglese ha trovato lo sviluppo “molto preoccupante”.

Ha detto che era “molto importante” che l’accordo di Stormont House, comprendente l’impegno sulla riforma del welfare, venga stato attuato totalmente, e che “devono essere i dirigenti politici a trovare una via d’uscita, perché la responsabilità è loro”.

Implicazioni profonde”

La riforma del welfare è stato il tema che ha minacciato il futuro del governo condiviso in Irlanda del Nord, quando è stata affrontata lo scorso anno.

I cinque principali partiti hanno raggiunto un ampio accordo il 23 dicembre su una serie di questioni chiave, tra cui il welfare.

All’accordo sono seguiti quasi 3 mesi di trattative che hanno coinvolti i partiti nordirlandesi e i governi di Londra e Dublino.

Tuttavia Martin McGuinness, vice primo ministro dell’Irlanda del Nord, ha detto che il DUP ha rinnegato gli impegni assunti alla sigla dell’accordo di Stormont House per proteggere le persone più vulnerabili della società.

Ha parlato di “una situazione molto grave” che potrebbe avere “profonde implicazioni” sia per l’accordo che per le istituzioni politiche dell’Irlanda del Nord.

“A Stormont House i cinque parti hanno concordato una serie di misure volte a proteggere i più vulnerabili e di salvaguardia delle attuali e future tutele assistenziali sotto il controllo del potere esecutivo”, ha detto McGuinness.

“Però il DUP ha agito in malafede e adesso stanno venendo meno ai loro impegni di proteggere i più vulnerabili. È loro intenzione fornire solamente una protezione parziale agli attuali beneficiari di prestazioni e nessuna protezione per i futuri richiedenti. Questo è totalmente inaccettabile”.

Lunedì sera il presidente dello Sinn Féin Gerry Adams ha detto che fino a quando il ministro dello Sviluppo sociale del DUP non produrrà uno schema di attuazione “che rifletta quanto convenuto a Natale” il suo partito non sosterrà il pacchetto di riforme sul welfare.

“Certamente siamo coscienti che la nostra opposizione alla legge sul welfare potrebbe avere implicazioni sulle istituzioni politiche e sull’accordo di Stormont House, ma non possono esserci rinegoziazioni su questo tema”, ha spiegato.

“Lo Sinn Féin è impegnato a trovare una soluzione accettabile nei termini approvati nell’accordo di Stormont House”.