Un ragazzo cattolico è stato attaccato e picchiato da una gang di lealisti a Coleraine

ColeraineUn portavoce della polizia ha confermato che l’aggressione contro il diciassettenne viene trattato come un crimine di odio settario.

La vittima è stata avvicinata, assalita e abusata verbalmente in pieno giorno in un parcheggio nella zona di Long Commons.

Un gruppo di cinque giovani, con indosso felpe con cappuccio, hanno compiuto l’aggressione intorno alle 12 di lunedì.

La polizia ha chiesto ad eventuali testimoni di contattare la più vicina stazione PSNI.

Il ragazzo non dovrebbe aver subito ferite che mettono in pericolo la sua vita.

Le tensioni comunitarie sono continuamente aumentate a Coleraine dopo la morte a maggio, avvenuta per mano di una banda lealista, del lavoratore comunitario cattolico Kevin McDaid.

Dieci persone sono state incriminate in collegamento con l’assassinio di McDaid, di cui sei per omicidio.

Uno sviluppo sinistro

Il parlamentare dello SDLP per East Londonderry, John Dallat, ha detto che l’aggressione è uno sviluppo sinistro che deve essere fermato prima che un’altra persona subisca gravi ferite o peggio.

Ha riferito che il parcheggio di Long Commons è vicino al luogo dove un altro giovane subì gravi ferite alla testa in un’aggressione avvenuta lo scorso anno, quando fu ripetutamente pestato.

Datol’attuale malcontento a Coleraine c’è urgente bisogno di azioni collettive provenienti dalla polizia e dalla gente che hanno bisogno del sostegno dei tribunali una volta che i responsabili sono presi, ha fatto sapere Dallat.

“La gente sta perdendo la fiducia nel sistema legale ed è convinta che i tribunali stiano trattando con ‘i guanti bianchi’ elementi settari responsabili di molti dei disordini avvenuti a Coleraine.

“E’ importante che i poteri di polizia e giustizia vengano trasferiti all’Assemblea il più presto possibile così da poter rivedere le leggi sull’odio e che quelli coinvolti possano comprendere che mettere in un angolo di un parcheggio un ragazzino e vomitargli addosso la loro mentalità ristretta è un crimine che merita un lungo periodo dietro alle sbarre”.

Il consigliere dell’Alliance Party, Barney Fitzpatrick, ha parlato di un attacco disgustoso e di preoccupazione per gli ultimi eventi nella cittadina.

“Tutti i rappresentanti pubblici nella città devono unirsi e inviare un chiaro messaggio: la violenza ed il settarismo non saranno tollerati.

“La città ha vissuto settimane difficili e credo che la piccola minoranza di teppisti coinvolti negli ultimi accadimenti siano totalmente non rappresentativi di questa zona”, ha concluso.