Un trentenne è stato arrestato dagli investigatori che lavorano all’omicidio di Bobby Moffett, ucciso a Shankill Road dieci giorni fa

Funerale di Bobby MoffettL’uomo è stato fermato a Belfast lunedì mattina.

Due uomini a volto coperto spararono in faccia e al petto di Bobby Moffett, in pieno giorno, venerdì 28 maggio.

La PSNI ha confermato il coinvolgimento della UVF nell’omicidio.

Venerdì il detective che guida le indagini sull’omicidio ha confermato che membri della UVF, vestiti con abiti scuri e passamontagna, spararono tre volte a Moffett.

“E’ stato un omicidio pubblico. Ritengo che il tempo ed il luogo siano stati scelti dagli assassini”, ha affermato il Chief Inspector (Ispettore Capo) John McVea.

“Questo mi porta a parlare dell’omicidio come di una esecuzione pubblica.

“La polizia ha motivo di credere che Moffett fu attirato verso la morte a Shankill la scorsa settimana come parte di una disputa personale con persone legate alla UVF” ha aggiunto.

Il funerale del quarantatreenne si sono svolti venedì scorso.

La cerimonia, svoltasi a casa della madre di Moffett, è terminata con l’inno “Amazing Grace”, cantata dal lavoratore comunitario Jim Weir, che fu testimone dell’omicidio e cercò di rianimare Bobby Moffett.

Ci sono state scene di strazio mentre i partecipanti seguivano il corteo funbre dalla casa della famiglia Moffett verso la vicina Shankill Road e poi fino al cimitero di Carnmoney.