Lunedì 8 febbraio un uomo è stato ucciso a North Strand, Dublino

La polizia irlandese ha confermato che l’omicidio è avvenuto alle 19:45 in Poplar Row, North Strand, Dublino 3.

Un uomo di circa 50 anni è morto dopo che gli hanno ripetutamente sparato.

I servizi di emergenza si sono recati sulla scena.

La polizia, An Garda Siochana, crede che almeno quattro uomini a volto coperto sono coinvolti nell’attacco. Sarebbero arrivati sulla scena del delitto a bordo di una BMW Serie 3 argento, trovata abbandonata poco dopo in St Patricks Parade a Drumcondra.

L’omicidio giunge dopo che un gruppo di sei uomini armato di fucili d’assalto AK47 e pistole hanno aperto il fuoco all’interno del Regency Hotel di Swords, Dublino, venerdì pomeriggio.

Tre persone furono ferite dai proiettili. David Byrne, 32 anni, colpito alla testa e ad una gamba è morto nella reception dell’albergo in cui si stavano effettuando le operazioni di pesatura di due pugili.

Entrambi gli episodi sarebbero collegati ad una faida tra bande rivali.

Rispondendo alle notizie dell’ultima sparatoria, il ministro della Giustizia Frances Fitzgerald ha detto: “La sparatoria fatale di questa sera a Dublino è un altro deplorevole esempio della spietatezza dei criminali. Sembra che alcune bande stiano intraprendendo una faida nella quale la vita umana non conta nulla.

“La Gardaí farà tutti i passi necessari per cercare di prevenire ulteriore spargimento di sangue, ma dobbiamo riconoscere le sfide cui è sottoposta. I membri delle bande che temono per la propria sicurezza dovrebbero andare alla polizia.

“Domani (ieri, Ndt) mi incontrerò con il Commissario della Garda e con gli ufficiali di polizia”.

Gerry Adams, leader dello Sinn Féin, ha condannato l’ultimo atto di violenza, dicendo: “I responsabili di quest’ultima sparatoria, e coloro che sono dietro al terribile attacco di venerdì al Regency Hotel, dovrebbero essere arrestati e tolti dalle nostre strade.

“La Gardaí necessita del pieno sostegno della comunità per fare questo”.

La polizia irlandese si appella a chiunque fosse nell’area al momento dell’attacco mortale.