Liam AdamsLiam Adams, fratello del presidente dello Sinn Fein, oggi dovrebbe essere in aula per lottare contro la richiesta di estradizione per le accuse di abuso sessuale.

Liam Adams è ricercato in Irlanda del Nord perché deve rispondere di 18 accuse per abuso sessuali, tra cui stupro, aggressione e atti osceni nei confronti di sua figlia.

Il cinquantaquattrenne, consegnatosi spontaneamente alla polizia della Repubblica d’Irlanda a marzo, sta pianificando la lotta contro l’estradizione.

Il caso dovrebbe iniziare oggi presso l’Alta Corte di Dublino.

I presunti reati contro sua figlia Aine Tyrrell, che rinunciò al suo dirotto all’anonimato lo scorso dicembre, furono compiuti tra marzo 1977 e marzo 1983.

Liam Adams ha già negato di aver lasciato l’Irlanda del Nord più di un anno fa per sfuggire al procedimento penale, parlando di timore per sé e per i suoi figli dopo che i media avevano riportato le accuse.

Ritiene inoltre di non poter avere un processo equo a Belfast.

Adams, attualmente disoccupato e abitante in una casa in affitto, è stato rilasciato su cauzione.