Bonfire | 11 07 2012

Il parlamentare ha poi chiarito le sue dichiarazioni rilasciate a U105, la radio di Ulster Television

Il rappresentante unionisti di South Antrim ha rilasciato il proprio commento dopo che i lealisti hanno acconsentito a spostare un bonfire nel quartiere di Ballyduff per timori sulla sicurezza.

Mercoledì gli organizzatori hanno comunicato di non permettere un ulteriore accrescimento della catasta di legna e che l’intera struttura sarebbe stata spostata di 500 metri.

Girvan, che è stato coinvolto nelle discussioni con la comunità riguardo le loro preoccupazioni, ha detto che mettere una bandiera irlandese sulla cima di un bonfire faceva “parte della cultura”.

Parlando durante il programma di Frank Mitchell su U105, ha detto: “Vengo da una società la cui cultura prevere di avere un falò la sera dell’11 luglio e ciò che accade in quel bonfire è importante.

“Inoltre alcune persone sentono che sia perfettamente giusto mettere in cima la bandiera di una nazione straniera, che in realtà una volta aveva affermato di avere qualche diritto sull’Irlanda del Nord.

Ha continuato: “Ci sono bonfire nel mese di agosto in cui viene bruciata la bandiera dell’Unione.

“Sto solo dicendo che accade ai bonfire e in molte occasioni le persone che la mettono (la bandiero) sulla casata dicono «questa è una cosa che non vogliamo vedere comandare su di noi»”.

Girvan ha detto che se bruciare una bandiera causa un offesa, si dovrebbe discutere in un forum adeguato.

In una dichiarazione rilasciata nel corso di giovedì, Girvan ha detto di “aver messo in chiaro che bruciare delle bandiere può essere visto come una provocaziona da parte di chi tiene a questi simboli e io voglio vedere una diminuzione di questa attività”.

“Questo include anche quando le bandiere unioniste e lealiste sono posizionate sui bonfire repubblicani” ha aggiunto.

“Dobbiamo riconoscere che i bonfire della notte dell’11 sono un’importante tradizione culturale e se le persone sentono delle pressioni può effettivamente portare ad un aumento degli incidenti in cui vengono bruciate le bandiere e altri emblemi”.

Il politico unionista chiarisce che non incoraggia nessuno a bruciare le bandiere, prosegue: “Sarò felice di lavorare per ridurre l’incidenza di questo (problema), proprio come sono stato lieto di contribuire al raggiungimento di un risultato positivo nel posizionamento del bonfire di Ballyduff.

“Speriamo che tutti coloro che si sono affrettati semplicemente a condannare daranno il loro supporto a sostegno del diritto di celebrare la tradizione culturale dei bonfire della notte dell’11”.

Girvan ha accolto con favore la decisione di spostare il falò di Ballyduff e di rimuovere le gomme, commentando che le denunce erano per la dimensione della struttura, non per la sua esistenza.

“Anche i giovani che stanno costruendo questo (bonfire) vivono nella comunità, così vedono l’effetto che può avere”, ha aggiunto.

“Non stanno necessariamente tenendo in ostaggio la comunità. Dopo che (le proteste) sono state presentate in forma chiara e coerente, si sono resi disponibili a spostarlo”.

Il bonfire originariamente era stato costruito vicino alle case, e si diceva che i pompieri avrebbero cosparso le case con schiuma nel tentativo di proteggerle da fiamme e scintille.

Il parlamentare del DUP ha detto che la decisione di rimuovere la bandiera dell’Unione dalla City Hall di Belfast aveva adirato i lealisti, portando alla costruzione di strutture ancora più imponenti.

“Quest’anno i bonfire sono più grandi a causa delle proteste per le bandiere e per la decisione presa alla Belfast City Hall. Questa ha avuto un effetto domino nella mia comunità.

“Ha colpito tutti e adesso abbiamo a che fare con le conseguenze di quel problema” ha aggiunto.

Un portavoce del DUP ha detto: “Tutte le bandiere vanno rispettate. Noi non auspichiamo di veder mancare di rispetto a qualsiasi cultura”.

Il leader di Alliance Party, David Ford, si è scagliato contro i commenti rilasciati da Paul Girvan.

Il parlamentare di South Antrim ha detto: “È inaccettabile bruciare qualsiasi bandiera, non importa quale paese rappresenta.

“Mentre cerchiamo di andare incontro ad un’estate pacifica, le tensioni dovrebbero essere ridotte al minimo.

“Le persone hanno il diritto di celebrare la loro cultura, ma non dovrebbero cercare di offendere gli altri.

“I politici hanno la responsabilità di mostrare leadership e di dare l’esempio. Credo che le sue osservazioni siano nettamente inferiori a quanto ci si aspetta da un parlamentare”.