A West Belfast ieri sera è stato svelato un murales per commemorare i tre volontari dell’Irish Republican Army assassinati 30 anni fa in circostanze non del tutto chiarite a Gibilterra.

Mairéad Farrell, Sean Savage e Daniel McCann furono uccisi dai soldati scelti della SAS inglese il 6 marzo 1988.

La Corte Europea per i Diritti Umani dichiararono che ci fu un uso eccessivo della forza e che il diritto alla vita dei tre membri dell’IRA fu violato quando non si procedette all’arresto.

Il murales, posizionato sulle ex caserma di Andersonstown, commemora anche i tre uomini uccisi nella attacco avvenuto al cimitero di Milltown durante i funerali dei Gibraltar Three.

John Murray, Thomas McErlean e il membro dell’IRA Caoimhín Mac Brádaigh morirono per l’attacco armato compiuto dal lealista Michael Stone.

Alex Maskey, parlamentare dello Sinn Féin, ha detto alla veglia di ieri sera: “Siamo orgogliosi di ricordare chi ha perso la propria vita; la loro eredità e volontà continua ad ispirarci e a renderci determinati a lavorare per ciò che volevano: un’Irlanda dove tutti i cittadini potessero vivere in libertà e uguaglianza”.