CocainaIl portavoce dello Sinn Féin per ambiente, società e governo locale, il TD Brian Stanley, ha accusato il governo di “abbandonare intere comunità alla droga”.

Parlando questa sera (giovedì 4 ottobre, NdT) nel corso di un dibattito al Dáil, il parlamentare Stanley ha detto:
“Intere comunità sono state abbandonate negli anni Ottanta, nei primi anni 1990 e adesso di nuovo le stesse comunità sono abbandonate da questo governo.

“Purtroppo per queste comunità il problema droga è scivolato via all’ordine del giorno del governo. È diventato un ripensamento nel programma di governo con i servizi e le risorse tagliate all’osso.

“La prova è lì. Il taglio della spesa pubblica tra il 2008-2012 è del 2,82%, ma il bilancio per le iniziative contro la droga è stato ridotto del 29%, con alcuni servizi tagliati fino al 67%.

“Questo ha messo un’enorme pressione sui servizi per le dipendenze. Sempre più persone si stanno presentando ma questi servizi hanno meno risorse e meno finanziamenti. C’è stato un massiccio aumento dei crimini malavitosi.

“Finora quest’anno ci sono state due vittime in più rispetto all’intero 2011. Abbiamo bisogno di una risposta misurata e matura, non i titoli isterici visti in alcuni dei tabloid.

“È fondamentale che il ministro appena nominato, Alex White, ridefinisca le priorità della crisi sulla droga. Non vi è, naturalmente, una risposta semplice alla crisi sulla droga, ma l’esperienza dimostra che la risposta deve essere globale, integrata e basata sulle partnership.

“Si devono coinvolgere le persone più colpite dal problema a trovare soluzioni che funzionino per le loro comunità. Queste soluzioni devono essere dotate di risorse adeguate. Questo approccio, una volta promosso dal Labour, è stato eroso dai successivi governi, compreso questo”.