di Michael McGlade

Scontro verbale a distanza tra Winston Irvine, del North and West Belfast Parades and Cultural Forum, e Jackie McDonald, numero uno di UDA, sul percorso della parata del 12 luglio ad Ardoyne

Orange OrderIl responsabile del Forum lealista per la parate ha reagito duramente ai suggerimenti del leader dell’Ulster Defence Association Jackie McDonald, secondo cui la parata del 12 luglio non dovrebbe passare davanti agli Ardoyne Shops di North Belfast.

Per McDonald il 12 luglio è “il giorno peggiore del suo anno” e ha criticato l’organizzazione della parata di North Belfast.

Ha affermato il lealista: “Non c’è niente di sbagliato nella parata, ma nel modo in cui gli ubriaconi (definiti Blue Bag Brigade, ossia chi compera grandi quantità di alcolici dai supermercati, Ndt), passano quattro o cinque ore a bere prima di andare a casa quando iniziano i disordini.

“La maggior parte si trova tra differenti fazioni lealiste come l’UDA, l’UVF e il Red Hand Commando.

“Tutte vecchie gelosie e rivalità di superficie. Non si vede un cattolico per chilometri”.

E il numero uno dell’UDA ha aggiunto: “Si creano tensioni e difficoltà e l’Orange Order e le bande non aiutano affatto.

“Penso ci si dovrebbe dimenticare completamente di quella parte di parata.

“È la stessa storia nelle altre interfacce dove ci sono state difficoltà in passato”.

Ieri il North and West Belfast Parades and Cultural Forum, che rappresenta le logge e le bande musicali, ha respinto la proposta del leader lealista.

Winston Irvine ha etichettato la proposta come “irresponsabile”.

“La prima cosa che potrei dire sui commenti Jackie McDonald è che si tratta di sue opinioni personali, ma non credo che, a tre giorni dalla parata e con una situazione sul filo del rasoio, i suoi commenti siano stati utili in qualche maniera”, ha spiegato.

“Parlando a nome del North and West Belfast Parades and Cultural Forum di Belfast, sono in totale disaccordo con lui.

“Penso che abbia completamente torto in ciò che afferma parlando di parata di sola andata.

“Per oltre 100 anni le logge hanno attraversato queste strade e ora Jackie McDonald ritiene che dovrebbero rinunciare.

“Si tratta di una questione che va diritto al cuore del problema, non solo qui a Belfast, ma in tutta l’Irlanda del Nord, dove alla comunità unionista non viene concesso alcun rispetto per la propria cultura.

“Penso che la sua affermazione sia stata totalmente irresponsabile”.

Irvine ha detto di aver ricevuto un feedback forte, che si oppone ad una parata senza il previsto percorso di rientro.

Conclude il rappresentante lealista: “Quello che non voglio fare è sopravvalutare quello che ha detto Jackie McDonald, ma è chiaro che le sue opinioni non sono condivise da chi, nella comunità che si occupa delle parate, sta già affrontando una decisione della Commissione Parate che è a dir poco umiliante”.