di Lesley-Anne Henry

device, hoax - ordignoLa PSNI è stata duramente criticata per aver atteso 17 giorni prima di cercare un sospetto ordigno nella Contea di Fermanagh perché pensavano fosse una trappola dei terroristi, ha scoperto il Belfast Telegraph.

Dissidenti repubblicani hanno detto di aver abbandonato un ordigno esplosivo in una strada tra Donagh e Rosslea il 3 aprile ma la polizia si è tenuta lontana dalla zona per più di 14 giorni, iniziando ieri le ricerche.

Nulla è stato ritrovato ma la PSNI è stata criticata per il lungo ritardo.

La scorsa notte un portavoce della polizia ha riferito che l’allarme bomba, comunicato ad un giornalista di Fermanagh, era ritenuto un’esca per attirare poliziotti nell’area. L’ufficiale ha detto che agli abitanti della zona interessata era stato comunicato di essere vigili.

“Abbiamo emesso un allarme il 3 aprile chiedendo alla gente di stare attenta.

“Quest’area ha una storia di attacchi contro membri delle forze di sicurezza, ecco perché non ci siamo mossi immediatamente. Ci sono stati una mezza dozzina di attacchi negli ultimi 20 anni, molti dei quali fatali.

“Prendiamo questi allarmi seriamente. Parliamo con la gente del luogo e con i rappresentanti della comunità, comunicando loro l’intera faccenda.

“Non sappiamo cosa c’è nella testa di questi terroristi, ecco perché ci muoviamo con molta cautela”, ha concluso il portavoce.

Ruth Lynch, dello Sinn Fen, abita lungo la strada B36, parla di ritardo “irresponsabile”.

La shiner chiede: “E della sicurezza pubblica? Vorrei domandarlo alla polizia e sono sicura che il mio partito chiederà un incontro con i dirigenti riguardo a questo fatto.

“Loro dicono alla gente di agire immediatamente mentre loro ci pensano per 17 giorni. Sono un consigliere locale ed un membro del District Policing Partnership e non ho sentito nulla di questo allarme. Avrei voluto essere messa al corrente. Personalmente ritengo sia stato irresponsabile.

C’era una marcia commemorativa del Republican Sinn Fein nella stessa zona con 17 persone presenti e la polizia ha invaso il luogo. C’erano elicotteri che atterravano a Rosslea”.

Il consigliere nazionalista Fergus McQuillan, SDLP, simpatizza con la posizione della PSNI.

“Grazie a Dio era un finto ordigno. Ma sarei stato riluttante ad avere poliziotti in giro e non voglio più vedere poliziotti assassinati o che mettono a repentaglio la propria vita.

“Condanno i responsabili di questi allarmi – sono molti ma grazie a Dio molti di loro sono finti allarmi.

“Non sarei sereno con 17 minuti (il tempo per l’intervento, NdT) ma allo stesso tempo valuto le vite degli agenti che devono investigare”.

Nel frattempo la PSNI ha emesso nuovi appelli alla popolazione di stare attenti agli oggetti sospetti e, qualora ne vedesse uno, di comunicarne immediatamente la posizione.