La PSNI ha eseguito quasi 4.000 operazioni di stop and search (blocco e perquisizione) in circa 7 anni.

I numeri sono stati ottenuti dal partito repubblicano éirígí attraverso il Freedom of Information Act, la legge sulla libertà di informazione.

Si apprende così che tra il 1° gennaio 2009 e il 31 gennaio 2015 un totale di 3.957 persone sono state fermate e perquisite in base alla Legge Anti Terrorismo nella zona di Newry e Mourne, che copre gran parte di South Down.

Nelle stesse date la polizia ha eseguito perquisizioni in 221 locali.

Preoccupazioni sono state sollevate in passato sul numero di operazioni di “stop and search” compiute nelle aree nazionaliste, tra cui Ardoyne a North Belfast e nel North Antrim.

Stephen Murney, rappresentante di éirígí a Newry, ha detto che i numeri dimostrano come la PSNI sia colpevole di “polizia politica”.

“Il fatto che quasi 4.000 stop and search abbiano avuto luogo, insieme a 220 raid contro case e altri locali, nella sola zona di Newry suggerisce che la PSNI sta continuando a trattare gli abitanti di Newry come una comunità sospetta”.

Lo scorso anno éirígí ha lanciato un sito ed un’app per cellulare con la quale ricordare alle persone i loro diritti durante le operazioni di “stop and search”.

Tuttavia l’Ispettore Capo Joe McMinn ha affermato: “La PSNI è impegnata nel tenere la gente al sicuro e questo coinvolge i poteri di stop and search come parte delle nostre attività anti terrorismo.

“È solo uno dei metodi con cui combattiamo la crescente minaccia terroristica, il cui livello è attualmente attestato su ‘grave’, per assicurarci di fare qualsiasi cosa per mantenere al sicuro le comunità”.