Il poliziotto cattolico sopravvissuto all’attacco esplosivo dei repubblicani ha subìto l’amputazione della gamba destra, ha confermato la polizia.

Peadar Heffron, 33 anni, è stato operato ieri presso il Royal Victoria Hospital di Belfast.

Il poliziotto aveva appena lasciato la sua abitazione poco fuori Randalstown quando l’ordigno posizionato sotto alla sua Alfa Romeo blu è esploso, nelle prime ore di venerdì mattina.

Una portavoce della polizia dice che “le sue condizioni restano critiche ma stabili”.

Come capitano della squadra di calcio gaelico del Police Service of Northern Ireland e con una fluente parlata in gaelico, Heffron rappresenta il volto mutante di un servizio che sta velocemente modificando il tradizionale squilibrio religioso tra i poliziotti a nord del confine.

Questa settimana il comandante della polizia Matt Baggott ha parlato del poliziotto, sposatosi recentemente, come di un uomo di grande coraggio.

“E’ un eroe moderno, è qualcuno che ha fatto un passo avanti, qualcuno che sta facendo le cose giuste per tutti”, ha affermato.

Secondo Baggott l’attacco non dovrebbe dissuadere altre reclute con un background nazionalista di entrare nel servizio di polizia.

Gli sconvolti vicini di Heffron si sono precipitati ad aiutare l’agente ferito, la cui macchina viaggiava veloce lungo Milltown Road alle 6.30, a meno di un chilometro dalla sua abitazione.

Il leader del DUP Peter Robinson, il vice primo ministro Martin McGuinness e il Taoiseach irlandese Brian Cowen, insieme ad altri politici e leader ecclesiastici, hanno condannato l’esplosione.