Garvaghy Road Resident CoalitionUna guerra di parole è esplosa tra il DUP e lo Sinn Fein, pochi giorni dopo l’insediamento di un nuovo gruppo che dovrà affrontare la questione delle parate contenziose.

Stephen Moutray, parlamentare DUP di Upper Bann, ha risposto alle parole Gerry Adams, secondo cui nessun piede orangista deve marciare sul percorso senza il consenso dei residenti.

Moutray, membro del nuovo gruppo di lavoro sulle parate, ha anche accusato Adams di aver travisato i sentimenti del suo partito durante un’intervista pubblicata sul Belfast Telegraph ieri.

“Il commento di Gerry Adams, secondo cui non ci sarà «mai» una parata lungo Garvaghy Road se la Garvaghy Road Resident Coalition si opporrà ad essa – non è molto utile”, ha riferito Moutray.

“Infatti sembra che Adams non sia in linea con il pensiero dei suoi colleghi.

“L’idea che gruppi settari possano decidere unilateralmente chi può marciare su determinate strade è un caso di apartheid culturale”.

Moutray – la cui circoscrizione elettorale comprende Garvaghy Road a Portadown, teatro di una delle più lunghe dispute sulle parate – ha reagito alle parole di Gerry Adams, secondo cui la posizione nazionalista sulle parate non è cambiata.

“Potrebbe non esserci parata lungo Garvaghy Road fino a quando gli abitanti non concedano il permesso”; ha riferito il leader dello Sinn Fein al Belfast Telegraph.

“L’altra è quella di Lower Ormeau. Ardoyne è un’altra parata contenziosa. E Rasharkin, abbiamo bisogno dello stesso procedimento”.

Il comitato composto da sei persone, istituito in base all’Accordo di Hillsborough Castle, ha solo due settimane per proporre un metodo su cui lavorare per riformare l’attuale approccio alle parate.