L’antagonista del DUP, Jim Allister, ha riversato il suo disprezzo contro la dichiarazione del suo ex partito secondo cui l’accordo su polizia e giustizia è un toccasana per la Provincia

Il leader del Traditional Unionist Voice (TUV), da sempre contrario al trasferimento di poteri sensibili da Londra a Belfast, ha affermato che l’accordo è l’opposto di molta retorica proveniente da importanti membri del DUP nel corso degli ultimi anni.

In base all’accordo tra DUP e Sinn Fein, nessuno dei due partiti occuperà la poltrona di ministro di Giustizia, per cui il posto dovrebbe essere conquistato dall’Alliance Party.

Comunque secondo Allister è inaccettabile che lo Sinn Fein possa ancora avere influenza sul ministero.

L’ex parlamentare europeo ha affermato: “Dopo tutte le spacconate su ‘vita politica’, pre-condizioni – come niente Army Council, nessuna Commissione Parate e mantenimento della Riserva – e la solenne promessa di un periodo di reale consultazione, il DUP è capitolato davanti alle richieste strateighe dello Sinn Fein secondo cui la polizia e la giustizia dovevano arrendersi al loro Esecutivo contenente terroristi – qualcosa che loro hanno descritto come ‘fondamentale per far cessare il dominio britannico’.

“La pretesa che questo sia negli interessi ‘di tutta la popolazione dell’Irlanda del Nord’ è un incredibile controsenso.

“Il ministro sarà membro dell’Esecutivo, soggetto al tossico veto dello Sinn Fein su tutte le leggi sulla giustizia, su tutte le decisioni, e tutte le questioni trasversali. Il DUP in precedenza si era impegnato a mantenere le azioni del ministro di Giustizia lontano dalla portata delle intromissioni dell’IRA/Sinn Fein ma, ancora, lo Sinn Fein ha visto accogliere questo argomento”.

Il leader del TUV ha bollato la concessione di una revisione delle parate conquistata dal DUP come “una risibile foglia di fico”, aggiungendo: “Senza alcun errore, la Commissione Parate resta. Quando ciò che viene proposto si muove come la Commissione Parate, parla come la Commissione Parate e guarda come la Commissione Parate, allora è la Commissione Parate”.

Allister solleva dubbi sulla sezione dell’accordo che spiega le azioni “sulle questioni in sospeso da St Andrews”.

“Questo significa il gaelico, l’espansione degli organismi nord/sud e i collegamenti parlamentari nord/sud” ha affermato.

“Proprio come la promessa su polizia e giustizia nell’Accordo di St Andrews era una bomba ad orologeria per l’unionismo, così l’impegno sul gaelico e sul (contatto) nord/sud sarà l’opportunità per freschi ricatti, la prossima volta lo Sinn Fein deve rimpinzarsi delle concessioni del DUP nella tappa successiva.

“Quanto tempo passerà prima di tornare a Hillsborough con lo Sinn Fein che minaccia ancora di far crollare (l’Esecutivo), se il passo conclusivo sul gaelico e sulle connessioni nord/sud verrà ritardato?”