Il termine minimo da scontare in prigione per John Paul Wootton è stato aumentato di altri quattro anni. Lo ha deciso un giudice della Corte di Appello

I giudici hanno aumentato la pena minima di John Paul Wootton da 14 a 18 anni a causa dei fattori aggravanti sul suo ruolo ancora indefinito nell’uccisione dell’agente di polizia Stephen Carroll.

Hanno inoltre confermato la loro decisione di non interferire con il minimo di 25 anni di condanna al co-imputato Brendan McConville.

Il direttore della Pubblica Accusa Barra McGrory aveva sostenuto che entrambe le condanne erano eccessivamente indulgenti.

John Paul Wootton, 23 anni, e Brendan McConville, 43 anni, stanno attualmente scontando l’ergastolo dopo essere stati condannati per l’omicidio eseguito dalla Continuity IRA.

Stephen Carroll fu il primo membro del Police Service for Northern Ireland ad essere assassinato nel corso del conflitto nordirlandese.

Gli venne tesa un’imboscata in cui fu ucciso, dopo aver risposto ad una chiamata di emergenza proveniente da Lismore Manor a Craigavon, nel marzo 2009.

Brendan McConville e John Paul Wootton sono stati condannati abche per possesso di un fucile d’assalto AK47 e di munizioni con l’intento di mettere in pericolo la vita.

Wootton inoltre è stato riconosciuto colpevole per aver tentato di raccogliere informazioni utili ai paramilitari repubblicani.

Il caso, discusso durante un processo senza giuria, ha coinvolto il DNA e altre prove.

L’auto di Wootton fu vista vicino al luogo dell’attacco e notata allontanarsi a pochi minuti dall’omicidio.

Residui di polvere da sparo sono stati ritrovati su un cappotto di Brendan McConville recupertato in seguito dalla vettura.

A maggio entrambi i tentativi di vedere annullata la sentenza sono stati respinti.

Barra McGrory ha sostenuto che un elemento deterrente dovrebbe essere considerato per l’uccisione di un ufficiale di polizia in servizio da parte di coloro che cercano di terrorizzare la comunità per motivi politici o ideologici.

Il Lord Chief Justice Sir Declan Morgan, insieme ai giudici Higgins e Coghlin, ha dichiarato che il giudice aveva correttamente preso in considerazione tutti i fattori aggravanti, imponendo un periodo minimo di 25 anni di carcere a Brendan McConville.

Parlando di John Paul Wootton, ha riconosciuto che non è stata provata la pianificazione dell’attacco o che il giovane avesse sparato i colpi mortali.

Ha aggiunto: “Era un partecipante consenziente nell’omicidio terrorista di un agente di polizia.

“Non è stata stabilita la natura precisa del suo ruolo nel reato”.

Mentre John Paul Wootton ha ascoltato il verdetto attraverso un collegamento video dal carcere, il giudice ha elencato tre importanti fattori aggravanti nel suo caso: si trattava di un omicidio terroristico; la vittima era un agente di polizia nell’esercizio delle sue funzioni; Wootton è stato anche accusato di aver cercato di ottenere informazioni utili per i terroristi su un altro ufficiale di polizia.

Gli avvocati difensori avevano sottolineato come Wootton aveva solo 17 anni al momento dell’uccisione.

Ma Sir Declan ha proseguito: “La riduzione della pena per la giovane età, nel caso di una persona che era a due mesi dal suo 18° compleanno al momento della commissione di un reato grave di questa natura, è limitata.

“Abbiamo preso in considerazione l’effetto del doppio rischio derivante dalla sua esposizione a tale riferimento e nelle circostanze la sostituiamo una pena minima di 18 anni”.

John Paul Wootton