Alan Ryan

La faida tra quello che resta della banda collegata alla Real IRA e al suo leader Alan Ryan – assassinato nel 2012 a Dublino – e il boss della droga chiamato Mr Big” è ancora viva e attiva

Le fonti hanno rivelato che negli ultimi giorno la polizia irlandese sta monitorando i membri di entrambe le fazioni, che stanno eseguendo operazioni di sorveglianza alle varie abitazioni.

Secondo le fonti ben addentro alla faida, la situazione è così grave che una banda della Real IRA ha già pronta un’autovettura da utilizzare in un attacco contro il boss della droga residente a Coolock.

Nonostante tali attività, la Gardai ad aprile è riuscita a sventare un tentato omicidio contro uno dei fratelli di Alan Ryan.

“Mr Big” era pronto ad eseguire l’attacco quando la polizia irlandese ha cercato di fermarlo nella sua vettura.

Il boss della droga era nell’auto insieme ad un altro criminale, quando sono stati visti nella stessa zona in cui era presente Vincent, il più giovane dei fratelli di Alan Ryan.

Gli agenti della Gardai hanno riconosciuto “Mr Big” e hanno tentato di bloccarlo, ma ha accelerato ed è riuscito ad allontanarsi.

La polizia sospetta che nella vettura ci fosse un’arma da fuoco e che con quella avrebbero potuto cercare di assassinare Vincent Ryan.

Accuse

Vincent Ryan, sollevato da tutte le accuse legate all’omicidio del boss della droga Michael “Micka” Kelly, ha sempre respinto le voci che lo indicano come fuggitivo rispetto alla banda che ha assassinato suo fratello.

Poche settimane prima dell’incidente di “Mr Big” al fratello di Vincent, Dermot, membro del 32 County Sovereignty Movement, è stato detto che membri della banda che ha ucciso suo fratello nel 2012 si erano messi sulle sue tracce.

Vincent Ryan