Tish MurrayLa moglie di un sospetto informatore della Real IRA ha giurato di credere al suo uomo. Tish Murray ha detto al Sunday Life che suo marito, Paddy Murray, tornerà ad Antrim a novembre.

Ha respinto le voci che indicano il 46enne un informatore di alto livello dello Special Branch, affermando che, se fosse vero, lo lascerebbe “la mattina stessa”.

La donna, madre di tre figli, ha rivelato che Murray ha voltato le spalle alla politica e desidera vivere una vita tranquilla.

“Paddy sta per tornare a casa ad Antrim a novembre, quando terminerà la condanna in Inghilterra”, ha rivelato Tish.

“Non è un informatore, se lo fosse lo avrei lasciato la mattina stessa. Quando tornerà a casa, metterà a tacere le bugie dette su di lui”.

Paddy Murray è stato condannato a 25 anni di carcere nel 1994 per il possesso di una bomba dell’IRA. Dopo essere stato rilasciato in base al Good Friday Agreement cominciò a lavorare per lo Sinn Fein.

Comunque, uscì dal partito ed entrò nella Real IRA. Muuray in seguito è stato ritenuto colpevole di rapimento e aggressione contro Kevin Gillen ed è stato condannato a quattro anni di carcere nel febbraio 2008.

Ha passato un mese nel carcere di Maghaberry prima di essere spostato in gran segreto presso una prigione in Inghilterra. I responsabili carcerari erano preoccupati che la sua vita fosse in pericolo in seguito alle voci che ritenevano fosse un informatore della polizia.

Fonti interne ai dissidenti repubblicani hanno riferito al Sunday Life che Murray sarà un obiettivo qualora ritornasse ad Antrim.

Comunque, la minaccia di una vendetta sembra non preoccupare sua moglie.

“Non sono preoccupata se la casa verrà attaccata quando Paddy torna indietro. Se qualcuno lo chiamerà informatore, gli chiederò di provarlo”, afferma Tish Murray.

Tish ha anche negato le voci secondi cui Murray è stato trasferito in una prigione inglese per la sua sicurezza. Ha aggiunto: “Veniva tenuto rinchiuso in cella per 23 ore a Maghaberry. Quando chiese ai secondini di poter parlare con l’OC (Officer Commanding, il responsabile dei prigionieri) dell’ala repubblicana per farsi trasferire lì, loro hanno rifiutato il colloquio.

“Hanno detto a Paddy che potevano spostarlo con i criminali comuni o nell’ala dei pedofili.

“Ma lui gli ha detto chiaramente dove dovevano andare, così l’ultima opzione rimasta era il trasferimento in Inghilterra. Ecco dove Paddy sarà per i prossimi mesi fino a quando tornerà da me e dai bambini qui ad Antrim”.