UVF | Mount Vernon, North BelfastL’ex Police Ombudsman Nuala O’Loan, che portò alla luce come gli informatori della polizia operavano nel cuore di una banda paramilitare di North Belfast, controllerà l’inchiesta sul caso da lei esposto.

Nel 2007, Dama Nuala O’Loan completò un rapporto che condannava l’unità UVF di Mount Vernon, guidata dall’informatore dello Special Branch Mark Haddock.

Secondo lei gli assassini paramilitari furono protetti perché erano informatori della polizia.

L’indagine è stata consegnata alla Serious Crime Branch della PSNI lo scorso anno.

L’Operazione Stafford, precedentemente conosciuta come Operazione Ballast quando era sotto il mandato dell’Historical Enquiries Team, ha già imputato o segnalato persone al Pubblico Ministero per reati tra cui omicidio e tentato omicidio.

La O’Loan ora lavorerà con l’avvocato Richard Harvey, che ha operato nell’inchiesta sulla Bloody Sunday. Entrambi saranno pienamente informati su come procedono le indagini e potranno anche suggerire possibili linee di indagine.

In sostanza agiranno per conto delle famiglie, ma non potranno riportare loro tutto ciò che viene detto dalla polizia.

“Esamineranno alcuni documenti e avranno l’opportunità di questionare e fare domande agli alti ufficiali coinvolti nelle indagini”, ha spiegato l’avvocato Paddy Murray.

“Lei non sarà in grado di fornire loro informazioni che potrebbero compromettere la sicurezza delle persone indagate, testimoni, polizia o il pubblico in generale. Lei deve garantire che tutte le informazioni che le verranno passate non pregiudicheranno la futura indagine o l’eventuale processo”.

All’inizio di quest’anno, il commissario per le vittime Brendan McAllister ha sottolineato la mancanza di fiducia delle famiglie nella gestione delle indagini di polizia.

Aaron McCone, il cui padre fu assassinato dai UVF, si è detto soddisfatto della mossa.

“Ci dà fiducia al 100%. Lei è stata molto capace fino ad oggi, e tutto ciò che abbiamo bisogno di sapere lei ce lo dirà”.”

Haddock è dietro le sbarre in attesa di giudizio per due omicidi. Un giudice si trova a decidere se deve essere rilasciato con la condizionale.