martin mcguinnessL’Orange Order ha espresso disappunto per l’avvertimento del vice primo ministro Martin McGuinness, secondo cui lo Sinn Fein potrebbe interrompere le operazioni di gestione e controllo delle proteste repubblicane durante le parate lealiste.
In un comunicato, l’Orange Order si è riferito ai commenti di McGuinness come “un fastidioso attacco alla comunità protestante”.

“Per anni lo Sinn Fein ha cercato di rendere la vita difficile agli organizzatori delle parate”, dice l’Order.

“Hanno completamente fallito nel capire che marciare è parte integrante della cultura protestante”.

Parlando ai repubblicani presenti alla commemorazione per Wolfe Tone a Bodenstown, McGuinness ha detto che è tempo per l’Orange Order di smetterla con “il passaggio forzato delle parate nelle aree cattoliche”.

“Ci sono centinaia di parate orangiste ogni anno. Solo alcuna causano controversie” ha proseguito il parlamentare del Mid Ulster.

“E’ su queste che voglio focalizzarmi. I giorni in cui i repubblicani obbligano sé stessi e le proprie comunità a mantenere la calma di fronte a provocazioni settarie non possono durare in eterno.

“E’ tempo di risolvere l’argomento delle parate contenziose, una volta per tutte. Questo vuol dire che l’Orange Order deve dare il proprio contributo alla pace.

“Ciò significa avere una dichiarazione dell’Orange Order nella quale si dice che in futuro non cercheranno di forzare il transito nelle zone cattoliche, richiando di portare la violenza nelle nostre strade”.

Comunque l’Orange Order contrattacca affermando che “stanno lavorando molto duramente per rendere le parate più accoglienti e amichevoli, in particolare per i turisti, e queste osservazioni da parte del vice primo ministro sono estremamente inutili”.

Sash - Orange OrderIl parlamentare del DUP Mervin Storey afferma che i commenti di McGuinness sono “ancora un altro esempio di come i repubblicani spostino le responsabilità da essi stessi all’Orange Order”.

Ha proseguito: “Invece di attaccare gli ordini lealisti, lo Sinn Fein farebbe meglio a dare la direzione e promuovere la tolleranza verso la cultura protestante, di cui le parate sono parte integrante”.

Nel frattempo la polizia ha chiesto informazioni su “un elemento illegale” intento “a distruggere la vita comunitaria” dopo il Tour of the North, la parata di North Belfast attaccata venerdì sera, che ha causato il ferimento di due assistenti e di un prete.

Tommy Cheevers, portavoce del North & West Belfast Parades and Cultural Forum, ha detto ieri che la gente è “furibonda” perché la polizia ha fallito nel controllare 200 contestatori comparsi davanti agli orangisti e autori del lancio di dozzine di mattoni, bottiglie e perfino bocce da biliardo.

“Abbiamo 12 persone ferite e i nostri collaboratori sul campo sono furiosi con la polizia” ha riferito.

“Questa era una parata legale e c’era una contro protesta notificata alla Commissione Parate di circa 40 persone e 9 steward.

“Ma alla parata erano presenti 250 persone che ci hanno lanciato bottiglie e pietre. Uno dei nostri steward è stato ferito per la terza volta.

“Questo ha certamente innalzato la temperatura per l’arrivo dell’estate”.

Ha riferito che il parlamentare shinner Gerry Kelly non avrebbe dovuto appoggiare la protesta se avesse saputo della possibilità di essere dirottata e lo ha accusato di fomentare la situazione con “commenti irresponsabili” rilasciati ad inizio settimana.

Ma il comandante locale della PSNI, il Soprintendente Capo Mark Hamilton, ha parlato di marcia passata “senza grossi incidenti”.

Ha aggiunto: “Sfortunatamente un piccolo gruppo era intento ad usare i giovani ed i bambini per creare disordine”, ha detto. “Lo scopo era di distruggere la vita della comunità e aumentare le tensioni”.

Una portavoce della polizia ha aggiunto che le prove raccolte la sera della parata vengono esaminate per identificare chiunque abbia partecipato.

“La polizia ribadisce la propria volontà di lavorare con tutte le parti interessate per assicurare che qualunque parata passi pacificamente”, dice la portavoce.

La polizia fa appello per conoscere l’identità di “quelli coinvolti negli atti illegali” e di chi ha aggredito un prete, Padre Donegan, e causato ferite a due steward della parata.

La Press Association ha riportato che un giovane repubblicano ha cercato di assalire il prete dopo che lui aveva provato a fermare il lancio di pietre contro la parata orangista.

Un uomo colpito al viso da una palla da biliardo è stato portato in ospedale.

I dissidenti repubblicani sono stati accusati dallo Sinn Fein di aver provato a causare disordini alla marcia, che da sempre è stata fonte di tensione.