Apprentice Boys of Derry - Belfast 10 novembre 2012
Gli Apprentice Boys sabato hanno tenuto una parata per il Remembrance Day nel centro di Belfast, alla presenza di circa 40 contestatori nazionalisti.

La Commissione Parate aveva stabilito che solo inni sacri potevano essere suonati dalla fine di Donegall Street fino a Clifton Street. Tutte le bande musicali hanno suonato degli inni o utilizzato un singolo tamburo per tenere il passo di marcia, ma una banda ha infranto le restrizioni suonando Famine Song lungo Clifton Street.

I funzionari degli Apprentice Boys hanno fermato l’esecuzione del brano poco dopo il suo inizio.

I giornalisti del News Letter ha visto i contestatori nazionalisti voltarsi di spalle mentre la parata transitava in Donegall Street, mentre in Clifton Street un manifestante nazionalista è corso attraverso la sfilata. Gli Apprentice Boys hanno sostenuto che sono stati indirizzati sputi contro i suoi membri, ci sono state aggressioni verbali e tentativi di assalti fisici. Tuttavia la parata si è svolta in maniera pacifica.

La sfilata comprendeva una decina di club degli Apprentice Boys e cinque bande musicali. La partenza è avvenuta da Donegall Pass e si è mossa verso Shaftsbury Square, Great Victoria Street e College Square South verso la City Hall, dove è stata deposta una corona in ricordo dei caduti in guerra. Il corteo ha poi proceduto lungo la Royal Avenue fino a Donegall Street poi verso Shankill Road percorrendo Denmark Street dove è stata deposta un’altra corona di fiori presso il Giardino della Memoria di Shankill.

L’ex consigliere dell’Ulster Unionist Party, Chris McGimpsey, ha partecipato alla parata.

Circa 40 residenti nazionalisti guidati dal presidente della Carrick Hill Residents Coalition, Frank Dempsey, e politici tra cui il ministro della Cultura Caral Ni Chuilin e il consigliere dello Sinn Fein Conor Maskey hanno partecipato a una protesta davanti la chiesa di San Patrizio in Donegall Street. Era stata autorizzata la presenza di 150 manifestanti.

Il 12 luglio membri del Young Conway Volunteers sono stati contestati per aver suonato la Famine Song all’esterno della chiesa di San Patrizio ma hanno affermato di aver intonato Sloop John B dei Beach Boys, che utilizza la stessa melodia.

Prima della parata di sabato gli Apprentice Boys hanno avuto degli incontri con i residenti.

Padre Michael Sheehan della chiesa di San Patrizio ha detto di aver apprezzato il gesto di una delle bande musicali che ha battuto il tempo con un singolo tamburo mentre passavano davanti alle porte.

“Sono consapevole del fatto che le altre persone ha detto che ci sono stati ulteriori problemi per l’intonazione di The Famine Song, che costituisce una violazione della decisione (della Commissione Parate). Se questo è avvenuto, penso che gli Apprentice Boys dovranno vedersela al loro interno”, ha riferito il prete al News Letter.

Caral Ni Chuilin ha chiesto una sanzione per la banda musicale responsabile dell’infrazione.

Un portavoce degli Apprentice Boys ha dichiarato che l’incidente sarà esaminato e discusso in una riunione alla fine del mese.

Domenica scorsa gli Apprentice Boys hanno rilasciato una dichiarazione in cui hanno affermato che i membri della banda musicale sono stati bloccati subito dopo aver iniziato a suonare The Famine Song.

Un portavoce ha detto: “Membri di Belfast e del District Amalgamated Committee si sono immediatamente mossi affinché la banda cessasse di suonare.

“Questo può essere verificato dalla PSNI.

“Gli Apprentice Boys di Derry & Belfast & District Amalgamated Committee temono ci siano state anche diverse violazioni della determinazione da parte del Carrick Hill Residents Group, tra cui tentativi di aggredire fisicamente i loro membri e una serie di episodi in cui hanno sputato contro i membri e i suonatori, inseme agli abusi verbali gridati contro questa parata.

“Poco dopo il termine di questa parata il Belfast & District Amalgamated Committee si è messo in diretto contatto con il signor Dempsey per discutere della parata e metterlo a conoscenza delle nostre preoccupazioni per quanto riguarda i tentativi di aggressioni contro i partecipanti alla marcia.

“Il signor Dempsey ha fatto un commento e poi ha riattaccato, cosa che ci è sembrata inutile dato il nostro tentativo di avviare un dialogo e discutere la parata di ieri.

“Crediamo che ci sia ancora molto lavoro da fare tra le due parti e continuerà ad avere un dialogo, nel tentativo di giungere a una risoluzione comune”.