La famiglia di Charlie Armstrong ha tributato il saluto al loro caro quando i suoi resti sono stati riportati a Crossmaglen

Charles ArmstrongKathleen Armstrong e la sua famiglia hanno detto che potrebbero prepararsi a dare la sepoltura cristiana negata 29 anni fa a Charlie.

Charlie sarà sepolto sabato dopo la messa a St Patrick, Crossmaglen.

Mercoledì il test del DNA ha confermato che i resti umani trovati nella Contea di Monaghan nel mese di luglio sono quelli del Disappeared Charlie Armstrong.

Armstrong fu rapito in South Armagh nel 1981, mentre si stava recando a messa. Il cinquantasettenne di Crossmaglen non fu mai più visto.

Nel luglio 2009, agli esperti di medicina legale che cercavano i resti di Armstrong fu consegnata una mappa che si pensava potesse fornire indizi vitali.

Ricerche di Charlie ArmstrongLe nuove informazioni furono inviate in forma anonima e indicavano una zona mai analizzata nella Contea di Monaghan. Sono stati eseguiti degli scavi che hanno portato al ritrovamento di resti umani.

Mercoledì scorso, la Independent Commission for the Location of Victims Remains (ICLVR) (Commissione Indipendente per la localizzazione dei Resti delle Vittime Remains) ha confermato che la prova del DNA “indica positivamente che i resti sono quelli di Charles Armstrong”.

In un comunicato, la famiglia ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito a porre fine ai loro anni di dolore.

“Abbiamo atteso il giorno in cui potevamo portare a casa di Charlie per dargli una sepoltura cristiana”, hanno detto.

“Ora abbiamo bisogno di tempo per piangere e per venire a patti con la nostra perdita.

“Vorremmo ringraziare tutti coloro che ci hanno portato a questo giorno – la Commission for the Disappeared (Commissione per gli Scomparsi), la squadra della polizia scientifica, la Garda Siochana, e il Wave Trauma Centre, che ci hanno sostenuto nel corso degli ultimi 15 anni.

“Vogliamo anche ringraziare le molte persone che ci hanno sostenuto nel nostro viaggio compresi i nostri amici e vicini di casa a Crossmaglen e nella contea circostante, quelli nella vita pubblica negli Stati Uniti d’America, Irlanda e Inghilterra, e quelli dei media che ci hanno aiutato ad evidenziare la scomparsa di Charlie e il nostro bisogno e desiderio di trovare il suo corpo e portarlo finalmente a casa. ”

Hanno continuato: “Charlie è stato un marito premuroso e amorevole e un padre devoto.

“Ha inculcato in tutti noi il rispetto per la vita, il rispetto per gli altri e l’importanza di aiutare i meno fortunati.

“Abbiamo ora bisogno di tempo per rendergli omaggio e dargli una degna sepoltura cristiana in modo che possa riposare in pace”.

Un totale di 15 persone sono “scomparse” durante i Troubles.

L’IRA non ha mai rivendicato la responsabilità per la scomparsa di Armstrong, ma l’uomo, padre di cinque figli, è sempre stato creduto vittima di un omicidio repubblicano.

Il leader dello Sinn Féin Gerry Adams in luglio ha detto che non vi era alcuna prova del coinvolgimento IRA nell’uccisione di Charlie Armstrong.

Nel 1999 l’IRA ha dichiarato di aver assassinato e sepolto nove dei Disappeared – Seamus Wright, Kevin McKee, Jean McConville, Colomba McVeigh, Brendan Megraw, John McClory, Brian McKinney, Eamon Molloy e Danny McElhone – in località segrete.

La Independent Commission for the Location of Victims Remains (ICLVR) è stata istituita dai governi britannico e irlandese nel 1999 e fornisce relazioni al Northern Ireland Office di Belfast Office e al Irish Justice Department di Dublino.

I resti di Molloy, McKinney, McClory, McConville, McElhone – e ora Armstrong – sono stati trovati.