L’uomo di 51 anni arrestato nel Mid Ulster martedì dalla polizia, che indaga sulla morte di due soldati alla caserma Massereene, è stato rilasciato incondizionatamente

Azimkar (a sinistra) e Quinsey

Azimkar (a sinistra) e Quinsey

I genieri britannici Patrick Azimkar e Mark Quinsey furono colpiti a morte presso la base di Antrim lo scorso marzo.

Altre cinque persone furono ferite nell’attacco portato dai repubblicani (e rivendicato da Oglaigh na hEireann, Real IRA).

De uomini, Brian Shivers di Maghera e Colin Duffy, di Lurgan, sono stati accusati per l’omicidio.

Durante l’udienza di Shivers, a luglio, la polizia ha riferito di essere alla ricerca di un uomo che, temono, potrebbe aver lasciato l’Irlanda del Nord.

I genieri Quinsey, 23 anni di Birmingham, e Azimkar, 21 anni di Londra, furono uccisi dalla Real IRA fuori dalla caserma, mentre ritiravano alcune pizze.

Due uomini armati attendevano in un’autovettura parcheggiata lì vicino. Aprirono il fuoco con i fucili semi-automatici