Suzanne BreenLa giornalista investigativa riceverà una somma non confermata come risarcimento danni dopo aver citato in giudizio il sindacato dei giornalisti.

Come parte dell’accordo Suzanne Breen aveva anche ricevuto delle scuse pubbliche e la ritrattazione di quanto affermato in precedenza dal National Union of Journalists (NUJ).

La Breen aveva avviato un procedimento per diffamazione dopo che la rivista del NUJ aveva pubblicato un articolo commentando la sua decisione di proteggere le fonti giornalistiche che sono dietro ai suoi pezzi sulla Real IRA.

L’articolo è comparso dopo la vittoria legale contro la polizia, avvenuta a giugno 2009. La PSNI cercò in tutti i modi di farsi consegnare le informazioni sull’organizzazione paramilitare repubblicana.

Una giuria presso l’Alta Corte di Belfast era stata istituita per ascoltare la sua azione contro il sindacato cui è iscritta da oltre 20 anni.

Ma dopo negoziati privati è stato comunicato al giudice che una risoluzione era stata raggiunta tra le parti.

Fuori dal trbunale la Breen ha affermato: “E’ stato molto stressante. Sono felice che tutto sia finito ed anche per il risultato”.