Ulster Defence Association

L’Ulster Defence Association (UDA) ha detto che esiste ancora e non si scioglierà, nonostante gli sforzi in corso per valutare la struttura delle organizzazioni paramilitari ancora operanti in Irlanda del Nord

La dichiarazione è stata fatta nella rivista The Loyalist: “L’UDA è ancora in vita e non lascerà il palcoscenico mentre esistono ancora fazioni repubblicane.

E aggiunge: “L’organizzazione è stata istituita con lo scopo di proteggere la comunità e a questo ci atteniamo”.
 
Sulla scia delle valutazioni fatte dalla polizia sul potenziale coinvolgimento dei membri dei Provisional IRA nell’omicidio di Kevin McGuigan a Belfast, Stormont è giunto al punto di collasso politico.

La crisi politica continua, con il susseguirsi di riunioni dopo l’uscita del DUP e dell’UUP dall’Esecutivo di Stormont.

Martedì lo Sinn Féin ha risposto alla dichiarazione rilasciata dall’UDA chiedendo ai leader unionisti dove fosse finita la loro indignazione per l’esistenza dei paramilitari lealisti.

Il parlamentare Chris Hazzard ha sostenuto che il silenzio dei politici unionisti era “in contrasto assordante” rispetto alla reazione tenuta dopo le voci riguardanti il presunto coinvolgimento dei Provisional IRA nell’omicidio McGuigan.

“Questa è la stessa UDA con cui la politica unionista stava spalla a spalla, nel tentativo di forzare il passaggio di una marcia dell’Orange Order attraverso una comunità nazionalista”, ha affermato.

“Forse è per questo che non ci sono dichiarazioni o messaggi sui social network da parte di DUP e UUP sulla sopravvivenza dell’UDA.

“Oppure è solo che a loro non importa nulla quando si parla di paramilitari unionisti”.

Un pannello di tre persona creato per valutare l’attività dei paramilitari in Irlanda del Nord è già stato accolto con favore dal primo ministro temporaneo Arlene Foster (DUP).

“Pensiamo che sarà una valutazione più completa di quella che abbiamo avuto fino ad oggi e speriamo che sia utile al processo”, ha detto.

Lord Carlile di Berriew, Rosalie Flanagan e Stephen Shaw QC (Queen’s Counsel) sono stati nominati dal Segretario di Stato Theresa Villiers.

UTV ha appreso che il comandante della polizia George Hamilton si è incontrato con loro, mentre viene detto che il lavoro sulla relazione sta entrando “in una fase critica”.

Nel suo ultimo articolo sul blog di Utv, il giornalista Brian Rowan ha detto: “Il briefing della PSNI al pannello potrebbe prendere la forma di una condivisione di informazioni segrete/sensibili in circostanze controllate, e quindi saranno fatte considerazioni su quanto potrà essere comunicato ai politici e alla popolazione.

“La relazione dovrebbe essere discussa nei colloqui della prossima settimana.”

Parlando lunedì a UTV, il primo ministro David Cameron ha detto che ritiene esista la volontà tra i politici per risolvere i problemi.

Ha detto: “Non si possono avere politici che tengono una pistola in una mano e l’urna elettorale nell’altra.

“Così dobbiamo risolvere questi problemi”.

Nel frattempo, i partiti politici stanno reagendo al progetto di legge riguardo il modo di affrontare il passato.

Il documento – che stato passato a Brian Rowan ed è spiegato nei dettagli sul suo blog – fornisce informazioni sulla creazione dell’Unità di Indagini Storiche (Historical Investigation Unit – HIU), che è uno degli organismi previsti dall’accordo di Stormont.

Sinn Féin e SDLP hanno sollevato preoccupazioni su alcuni elementi di esso, ma la corrispondente politica di Utv Tracey Magee ha detto che ciascuna delle parti solleva dei problemi.

“Questa legge dettaglia come deve essere attivata e utilizzata l’Unità di Indagini Storiche”, ha spiegato Tracey magee.

“È giusto dire che tutte le parti hanno problemi con essa, ma i partiti nazionalisti sono particolarmente delusi a causa dei ripetuti riferimenti alla sicurezza nazionale”.

Ha aggiunto: “Spaventa l’idea che il Segretario di Stato potrebbe impedire la consegna di informazioni all’HIU se ritenute sensibili o pregiudizievoli.

“In base ai termini dell’accordo di Stormont, ci doveva essere piena divulgazione delle informazioni – secondo il metodo descritto.

“Lo Sinn Féin ha detto oggi che, per quanto li riguarda, si tratta di evitare che la verità emerga”.