Kevin McDaidIl Segretario di Stato per l’Irlanda del Nord, Shaun Woodward, deve riconoscere che l’Ulster Defence Association è implicata nell’omicidio di Kevin McDaid, avvenuto a maggio nella cittadina di Coleraine, ha affermato John Dallat dello SDLP.

In un’affermazione separata, una donna di Belfast ha accusato l’UDA di averle devastato la casa, picchiando anche suo figlio di appena nove anni.

Dallat, parlamentare dello SDLP per East Derry, ha detto che è lampante il coinvolgimento dell’UDA nell’omicidio di McDaid, anche seguendo il processo della scorsa settimana per un caso collegato all’omicidio di Coleraine.

Per Dallat anche la polizia ritiene che dietro alla morte di McDaid ci siano i paramilitari lealisti.

Il parlamentare ha detto di aver sollevato la questione per Woodward in relazione al recente comunicato dell’UDA che riferiva l’inizio della distruzione delle sue armi e suggeriva come dovevano essere utilizzati i finanziamenti per le comunità lealiste.

“Ora che la verità è emersa, è importante che il Segretario di Stato si presenti e ci dica dove quelle rivelazioni hanno lasciato il processo di decommissioning, che potrebbe portare l’Ulster Defence Association a ricevere milioni di sterline per sviluppare dei cosiddetti «progetti comunitari»”, ha riferito Dallat.

Nel frattempo una donna il cui figlio di nove anni è stato colpito con una mazza da baseball da una banda che le ha danneggiato la casa a Rathcoole, North Belfast, ha puntato in dito contro l’UDA per l’attacco.

Lisa Moore ha riferito che il figlio Tyler è stato aggredito quando la banda ha sistematicamente distrutto le stanze della sua abitazione, intorno all’1:45 di sabato scorso.

Il bambino è stato trattenuto in ospedale in osservazione. La donna, che non è stata ferita, ha detto di non poter tornare nella casa. Riferisce di non aver ancora capito il motivo per l’aggressione.

La polizia ha fatto appello a chiunque avesse informazioni di portarle nei loro uffici.