La polizia chiede alla popolazione di essere vigile dopo che sono stati trovati due ordigni nelle contee di Armagh e Antrim

Belfast Airport allarme bombaUn liquido esplosivo e infiammabile è stato trovato all’interno della vettura al centro dell’allarme sicurezza al Belfast International Airport.

La polizia riferisce che il personale dell’aeroporto ha notato il veicolo sospetto nel parcheggio a lungo termine intorno alle 14:30 di sabato. L’auto è stata poi rimossa per ulteriori esami forensi.

L’allarme è terminato alle 2 della mattina di domenica.

I voli in partenza e arrivo non sono stati colpiti dall’allarme.

Sabato il portavoce del Belfast International Airport Uel Hoey ha detto che l’aeroporto è rimasto “pienamente operativo”.

“Le strade di accesso sono libere. I flussi di passeggeri sono ottimi ed i voli sono partiti e arrivati in orario”, ha riferito a Utv.

I passeggeri che non hanno potuto accedere ai loro veicoli nel parcheggio durante l’operazione ora possono farlo.

Gli investigatori chiedono a chiunque abbia notato una Toyota Carina di colore grigio targata PDZ 2001 nel parcheggio a lungo termine dell’aeroporto di contattarli.

Il ministro della Giustizia nordirlandese David Ford si è detto “assolutamente scioccato” per l’incidente.

Il parlamentare dell’Alliance Party ha aggiunto: “Questo tipo di fenomeno invia un messaggio molto negativo nel momento in cui è essenziale attrarre maggiormente le imprese ed i turisti. Questo è esattamente il tipo di notizia che l’Irlanda del Nord ha bisogno di evitare..”

Un ordigno composto da oltre 40 kg di esplosivo inseriti in un barilotto di birra è stato messo in sicurezza a Lurgan, Contea di Armagh.

“Negli ultimi giorni la polizia ha intensificato le misure per contrastare la minaccia rappresentata da individui corrotti e dei gruppi che cercano di trascinare il paese indietro nel caos e nella miseria”, aggiunge l’Assistant Chief Constable McCausland aggiunto.

“I nostri sforzi continueranno e vorremmo chiedere a tutti nella comunità di vigilare su come vanno i loro affari quotidiani.

“Una risposta unitaria alle cattive intenzioni dei gruppi terroristici contribuirà a ridurre la minaccia che essi rappresentano”.

Tuttavia, un portavoce del PSNI ha detto che la segnalazione presso l’aeroporto non ha alcuna “somiglianza” con il grande allarme terroristico internazionale, iniziato dopo che in hub cargo presso East Midlands Airport nel Regno Unito e a Dubai venerdì sono state ritrovate cartucce per stampanti con collegati fili elettrici.

Sabato il ministro degli Interni britannico Teresa May ha detto che l’ordigno trovato nel Regno Unito avrebbe potuto far esplodere un aereo in volo.

La bomba era “funzionante” e l’obiettivo poteva essere il velivolo stesso, ha riferito la May dopo una riunione del Comitato di emergenza del governo britannico in cui si è discusso della situazione sicurezza.

I reperti sono stati collegati ad al Qaida nella Penisola Araba (AQAP), con sede in Yemen, la stessa organizzazione che ha rivendicato la responsabilità per il tentato attacco del giorno di Natale dello scorso anno.