Derry - Scoppio in Culmore RoadDuecento libbre. Come l’ordigno esploso davanti alla stazione di Strand Road a inizio agosto. Simile anche la tecnica: una vettura riempita di esplosivo artigianale e meno di un’ora per evacuare la zona.

Così Real IRA fa sentire nuovamente la propria voce. Ancora a Derry.

Alcune settimane fa la Real IRA aveva dichiarato la propria intenzione a colpire “obiettivi economici”, comprese banche e altre istituzioni finanziarie.

A farne le spese sono state la Ulster Bank – emanazione nordirlandese del colosso Royal Bank of Scotland – e il complesso commerciale comprendente l’Hotel Da Vinci.

In precedenza la Real IRA aveva inviato per posta proiettili ai dipendenti della filiale di Ulster Bank che avevano parenti nella polizia. Mentre il 32 County Sovereignty Movement aveva interrotto un incontro del District Policing Partnership in corso presso l’Hotel Da Vinci.

Tre le telefonate di avvertimento realizzate dall’ASU (Active Service Unit) della Real IRA: due ad altrettanti alberghi e una ad un ospedale. Grazie al tempo concesso, numerose abitazioni ed esercizi commerciali sono stati evacuati dalla PSNI, riducendo il pericolo di ferimenti non voluti.

Circa 200 ospiti dell’Hotel Da Vinci – in gran parte cittadini americani e giapponesi – sono stati trasferiti dalla struttura, mentre anche i degenti di una casa di cura hanno dovuto abbandonare i propri letti nel cuore della notte.

Al momento dell’esplosione due agenti di polizia sono stati gettati a terra dalla potenza della deflagrazione. Per loro solo lievi ferite all’orecchio ed al collo.

Esplosione a DerryTra i presenti dietro ai cordoni della polizia anche il sindaco di Derry, Colum Eastwood.

“Ho visto la bomba esplodere, non eravamo lontani”, fa sapere il politico nazionalista dello SDLP. “E’ semplicemente sconvolgente che qualcuno possa mettere una bomba in qualsiasi luogo, ma ancora peggio se presso una zona commerciale.

“Non so cosa pensano di ottenere queste persone. Dicono di amare il loro paese ma passano il tempo a cercare di distruggerlo. La gente di questa città sarà davvero arrabbiata”, conclude il sindaco.

Unanime la condanna dell’attacco tra i politici di entrambi gli schieramenti.

Martin McGuinness – vice primo ministro dello Sinn Fein, abitante del Bogside ed ex comandante di brigata dei Provisional IRA – usa termini di condanna ancora più duri dei precedenti.

“Questi drogati di conflitto stanno cercando di portare di nuovo nel passato una città orientata al futuro”, afferma il politico.

“Gli abitanti di questa città sono inorriditi dall’esistenza di questi uomini di Neanderthal all’interno della nostra società”.

Il ministro della Giustizia David Ford, ha elogiato al coraggio degli agenti di polizia intervenuti.

“Ancora una volta la polizia ha mostrato grande coraggio nello spostare i residenti fuori dalle loro abitazioni e lontano dal pericolo”.

Derry - Scoppio presso Ulster BankNel corso della giornata gli artificieri dell’esercito e gli agenti della polizia scientifica hanno setacciato l’area dell’esplosione alla ricerca di indizi, catalogando tutti i reperti trovati sulla scena, appartenenti alla Vauxhall Corsa verde utilizzata per l’attacco.

Il Soprintendente Capo della PSNI Stephen Martin – comandante del Distretto di Derry, intanto, fa balenare l’ipotesi che l’obiettivo designato dell’attacco fosse un altro.

“Una linea di indagine segue il fatto che Ulster Bank oppure l’hotel o entrambi, fossero l’obiettivo ma un’altra possibilità è che forse c’era un altro obiettivo”.

Per il comandante l’autobomba sarebbe stata lasciata in Culmore Road per l’aumento di pattuglie della PSNI nella zona.

La zona intorno a Culmore Road è stata cordonata dagli agenti della polizia. Molte strade sono state chiuse al traffico, provocando molti disagi alla giornata lavorativa degli abitanti di Derry.

Derry - Auto in fiamme a CregganLa rivendicazione giunge nel corso della giornata con una telefonata al quotidiano Derry Journal. Il portavoce dell’organizzazione repubblicana, utilizzando la parola in codice, ha affermato la propria responsabilità per l’esplosione dell’autobomba.

Nel frattempo la polizia sta verificando se esistono collegamenti tra l’attacco di Culmore Road e la Peugeot ritrovata in fiamme ad High Park nella zona di Creggan.

In vista della partita di qualificazone per i campionati europei del 2012, che si svolgerà a Belfast allo stadio Windsor Park venerdì 8 ottobre, la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) chiede formalmente maggiori dettagli sull’accaduto.

“La federazione ha richiesto informazioni e ci farà sapere”, ha dichiarato l’allenatore degli azzurri Cesare Prandelli.

“Abbiamo sentito la otizia ma stiamo cercando di capire quale sia la situazione. Siamo calmi, anche se lo eravamo di più Ieri”, conclude il tecnico italiano.


La notizia su Sky NewsIl Soprintendente Capo Stephen Martin