L’ex prigioniera repubblicana Dolours Price è stata trovata morta nella sua casa di Malahide

Un portavoce della polizia irlandese ha confermato la morte di una donna in St Margaret’s Road, a Malahide, alle 22 di mercoledì sera.

Al momento la Garda non tratta la morte come sospetta. Verrà eseguita un’autopsia.

Dolours Price era stata sposata con l’attore Stephen Rea, con cui ebbe due figli.

Venne incarcerata, insieme alla sorella Marian e a Gerry Kelly, per la loro parte negli attacchi esplosivi avvenuti a Londra nel 1973 quando, colpendo il tribunale dell’Old Bailey, morì un uomo e 200 persone rimasero ferite.

Anthony McIntyre, ex prigioniero repubblicano e membro IRA, la intervistò nel corso del Belfast Project del Boston College insieme ad altri ex paramilitari repubblicani e lealisti.

Il contenuto delle registrazioni sarebbero dovute restare confidenziali fino alla morte degli intervistati.

Ma Dolours Price rivelò di aver fatto delle accuse contro Gerry Adams, presidente dello Sinn Féin, responsabile di aver ordinato il sequestro di numerose persone nel corso degli anni Settanta, tra cui Jean McConville.

La PSNI ha intentato una causa internazionale per entrare in possesso delle registrazioni del Boston College relative all’indagine sulla morte della McConville, per lunghi anni una dei “Disappeared” – gli Scomparsi, rapiti, uccisi e sepolti in luoghi segreti dall’IRA e dall’INLA.