Il Segretario di Stato Shaun Woodward e il ministro degli Esteri irlandese Micheál Martin inizieranno un nuovo tentativo di risolvere i problemi riguardanti il trasferimento dei poteri a Stormont.

Un incontro tra i due politici, deciso per questo pomeriggio, sarà incentrato sugli sforzi da compiere per assicurare il trasferimento dei poteri su polizia e giustizia all’Assemblea.

Ulteriori dialoghi con il primo ministro ed il suo vice, Peter Robinson e Martin McGuinness, dovrebbero svolgersi nei prossimi giorni.

Comunque le date dei colloqui potrebbero essere intralciate dalla limitata disponibilità di Peter Robinson, alla luce dei problemi di salute di sua moglie Iris.

Un portavoce del DUP ieri ha annunciato che il leader del partito potrebbe essere “fuori dalla circolazione” questa settimana “a causa di problemi familiari”. La signora Robinson ha annunciato di lasciare la politica a causa della depressione.

L’incontro di oggi tra Woodward e Martin segue l’impegno preso da un comunicato congiunto tra il primo ministro ed il Taoiseach, rilasciato prima di Natale.

Gordon Brown e Brian Cowen avevano detto che la coppia si sarebbe dovuta incontrare ad inizio gennaio per “verificare i progressi” di una votazione in Assemblea per la presa in carico dei poteri aggiuntivi.

McGuinness aveva parlato di “profondi problemi” per il processo se non avessero definito una data per il trasferimento entro Natale. Quella data è trascorsa senza segni visibili di una rottura dello stallo tra il DUP e lo Sinn Fein.

Il DUP preme per le misure di “costruzione della fiducia” per gli unionisti come parte dell’accordo, con l’abolizione della Parades Commission (Commissione Parate) come richiesta principale.

Nella dichiarazione del 17 dicembre, Brown e Cowen hanno cercato di minimizzare lo stallo tra i due partiti, affermando: “Crediamo non ci siano differenze insolubili e siamo ottimisti sul raggiungimento, presto, di un accordo”.