Hugh OrdeAlla polizia nordirlandese dovrebbe essere data più libertà nel fermo senza accusa di presunti terroristi.

L’ex Chief Constable della PSNI Hugh Orde ha rivelato che le estensioni del periodo antecedente alle accuse formali sono state di vitale importanza in casi di alto profilo – di cui non può parlare per ragioni legali.

Hugh Orde, adesso presidente dell’Association of Chief Police Officers (Acpo), ha detto ieri sera al comitato di Westminster che si occupa della bozza di legge sulla detenzione dei sospetti terroristi di essere “nervoso” per il limite di 14 giorni, avvisando che potrebbe portare i poliziotti a “sentire la pressione” e optare per un’accusa minore.

Ha aggiunto: “Nessun comandante di polizia vuole tenere qualcuno in custodia più a lungo di quanto sia necessario. Prima è possibile rilasciarlo dalla custodia o lo si mette nel sistema, più felice è il Chief Constable”.

A gennaio la Home Secretary Theresa May ha messo fine alla detenzione senza accusa fino a 28 giorni, affermando che “era una delle questioni fondamentali che preoccupavano la popolazione” durante la revisione dei poteri di anti-terrorismo. I parlamentari chiesero se permettere l’estensione della custodia cautelare avrebbe reso indolente la polizia.

L’assistente comandante della PSNI Drew Harris ha detto che sono già attive delle salvaguardie, citando il caso del repubblicano Colin Duffy, che ha vinto una revisione giuridica del caso, dopo un’estensione del periodo di custodia.

Ha affermato Harris: “La revisione giuridica che ha coinvolto Colin Duffy ed altre persone è stato un caso che abbiamo perso. La detenzione è stata vista come illegale”.

Harris ha detto al comitato che durante ogni giorno di fermo in custodia, la polizia esegue in media solo un’ora e mezzo di interrogatorio.