UDA - Ulster Defence AssociationLa grande maggioranza dei membri dell’Ulster Defence Association della zona di Ballymoney si sono vigorosamente opposti alla distruzione degli arsenali, ha detto una fonte al Ballymoney Times.

Notizie contraddittorie sono circolate tra i mezzi d’informazione nelle ultime settimane, con alcuni suggerimenti secondo cui i membri di North Antrim e Londonderry avrebbero seguito la strada tracciata dal gruppo di Belfast, mettendo fuori uso le armi, mentre altre voci parlavano di una frattura con le posizioni adottate dai lealisti di Belfast.

Il rifiuto di ulteriori discussioni da parte dell’Ulster Political Research Group di North Antrim e Londonderry con i politici e con la PSNI riflette lo stato d’animo della maggioranza degli appartenenti a UDA, ha fatto sapere la fonte.

“La situazione potenzialmente volatile in zone come Rasharkin, il Fountain a Londonderry ed altre aree, così come la minaccia dei repubblicani ci rende ancora più determinati a trattenere ciò che abbiamo.

“Ci sono forti opinioni secondo cui il lealismo è stato svenduto. Siamo stati creati per difendere in nostro paese e quello è il motivo per qui siamo ancora qui adesso”, dice la fonte.

Molti appartenenti all’UDA vedono la posizione presa dai loro colleghi di Belfast, che hanno acconsentito alla decommissioning a giugno, come in diretta opposizione a quanto pensa localmente la maggioranza.

Sentono di essere stati abbandonati dall’unionismo così come dalle forze di sicurezza e stanno chiedendo l’accoglimento di un certo numero di istanze.

“North Antrim e Lodonderry potrebbero condividere la stessa ideologia come altrove, ma siamo molto lontani da fornire il nostro pieno sostegno alle istituzioni.

“Quel giorno è ancora molto lontano”, ha proseguito l’uomo.

Comunque, secondo un altro punto di vista sull’argomento “smantellamento arsenali”, mentre c’è forte disillusione per le attuali strutture politiche tra molti lealisti, la presenza dello Sinn Fein nel governo è una realtà.

“Ci potremmo opporre alla conquista dei posti a Stormont da parte dello Sinn Fein, ma è un fatto che sono là e ci sono per restare”.