Murales UDA | © Alliance

Theresa Villiers ha detto che i paramilitari lealisti “restano legati al cessate-il-fuoco”, nonostante l’UDA abbia cacciato dall’Irlanda del Nord un operatore comunitario

I membri dell’UDA (Ulster Defence Association) hanno minacciato di morte il giovane operatore comunitario di Belfast fino a quando non ha abbandonato l’Irlanda del Nord.

Secondo fonti lealiste, i membri dell’UDA non erano contenti perché il giovane aveva organizzato degli incontri senza avvertire i paramilitari.

La minacce sono arrivate a meno di due settimane dall’aggressione con un martello ai danni di un altro operatore comunitario a Bangor.

Alla luce di questi incidenti, avvenuti poco dopo che l’UDA aveva denunciato la criminalità e prometteva di dare “un contributo significativo” alle comunità lealiste, la parlamentare SDLP Margaret Ritchie ha sollevato le proprie preoccupazioni per le attività paramilitari con il Segretario di Stato.

Tuttavia Theresa Villiers, il Segretario di Stato, ha insistito con la Ritchie affermando che, mentre “i singoli membri dei gruppi paramilitari lealisti continuano ad essere coinvolti nella criminalità e cercano di esercitare il controllo sulla comunità attraverso la violenza e l’intimidazione”, la valutazione complessiva “è che queste organizzazioni nel loro complesso rimangono impegnate al loro cessate-il-fuoco”.

Il Segretario di Stato ha aggiunto: “Accolgo con favore gli impegni contenuti nel Fresh Start Agreement che mirano a realizzare in Irlanda del Nord una società esente dagli effetti maligni del paramilitarismo”.

Nel mese di ottobre l’UDA si era unito altri gruppi per annunciare il loro sostegno per un nuovo Consiglio delle Comunità Lealiste per “contrastare la criminalità, incoraggiare una rinnovata fiducia ed ampliare il progresso democratico”.

UDA, UVF e Red Hand Commando hanno dichiarato di “impegnarsi di nuovo” per l’accordo del Venerdì Santo del 1998.

“Noi evitiamo ogni violenza e criminalità”, hanno dichiarato. “Se c’è chi tenta di utilizzare i legami attuali o precedenti con le nostre organizzazioni per compiere atti criminali, sarà rinnegato e dovrà essere consapevole che non gli sarà permesso di farsi scudo con il lealismo”.

All’inizio di questo mese un organismo politico è stato nominato per sviluppare proposte destinate a sciogliere definitivamente i gruppi paramilitari.

Si tratta di uno dei componenti chiave dell’accordo Fresh Start. L’organismo è costituito da Lord Alderdice, Monica McWilliams e John McBurney.