La famiglia del lealista Bobby Moffett se la prende con l’Independent Monitoring Commission, il cui ultimo rapporto dice che l’omicidio della UVF non rompere il cessate-il-fuoco del gruppo paramilitare

Bobby MoffettMoffett, 43 anni, è stato ucciso da due uomini mascherati in pieno giorno a Shankill Road il 28 maggio.

Un rapporto speciale IMC sull’uccisione pubblicato mercoledì, dice che il suo assassinio è stato realizzato da dell’UVF e avallato dalla leadership centrale dell’organizzazione.

Conclude che la leadership UVF avrebbe potuto impedire l’omicidio ma decise di non farlo.

“Non importa se si tratta di gambizzare qualcuno o compiere un omicidio. Quando viene tirata fuori una pistola il cessate-il-fuoco è infranto, ai nostri occhi”, ha riferito a UTV la sorella di Moffett, Irene.

La relazione IMC dice l’uccisione è stata effettuata per due motivi principali – “per fermare Moffett che sembrava farsi beffe dell’autorità UVF” e “per inviare un messaggio all’organizzazione e alla comunità: che questa autorità non può essere messa in discussione”.

Mercoledì il segretario di Stato Owen Paterson aveva descritto l’omicidio come “brutale e scioccante”.

“Le conclusioni della IMC nei confronti del comportamento della leadership UVF sono una sfida per la leadership UVF a rinnovare la loro determinazione per realizzare pienamente il loro impegno collettivo per trasformare la loro organizzazione”, ha detto.

Nel maggio 2007 l’UVF ha emesso un comunicato in cui rinuncia alla violenza e si impegna in un processo di trasformazione da organizzazione militare a civile.

Nel 2009 l’organizzazione ha inoltre preso eseguito la decommissioning (messa fuori uso) degli arsenali di armi in suo possesso.

Cessate-il-fuoco

Funerale di Bobby MoffettL’organismo di controllo dei paramilitari dice di non intendere “in questa fase” che l’omicidio costituisca una violazione del cessate-il-fuoco UVF.

“La nostra conclusione è che, sebbene stia stato compiuto questo gravissimo omicidio, non siamo in grado di raccomandare a questo punto che il segretario di Stato riconsideri le specifice (del cessate-il-fuoco)”, ha detto l’IMC.

Il ministro della Giustizia David Ford ha detto i risultati sono “estremamente preoccupanti”.

“Si mette in discussione il comportamento dell’organizzazione e penso che l’organizzazione deve chiarire se la dichiarazione rilasciata tre anni fa è autentica e che non ci saranno ulteriori incidenti come l’omicidio di Bobby Moffett”, riferisce a UTV David Ford.

“La questione delle sanzioni da prendere contro l’UVF sono questioni che spettano esclusivamente al governo britannico, e non al ministero di Giustizia”, ha spiegato.

La leader SDLP Margaret Ritchie detto che la decisione di IMC di non raccomandare una riclassificazione invia un “segnale preoccupante”.

“Il fatto che l’IMC non consigli al Segretario di Stato che il cessate-il-fuoco dell’UVF dovrebbe essere ri-categorizzato invia segnali molto preoccupanti”, ha detto.

“Vuol dire che un omicidio programmato è da considerare accettabile? E naturalmente ci si chiede che cosa faccia realmente costituire una violazione del cessate-il-fuoco da parte dell’UVF?”

Sir Reg Empey, leader di Ulster Unionist Party leader , afferma che la posizione dell’IMC può portare “rischi gravi”.

“Questa è una relazione estremamente inquietante, che conferma i sospetti circolavanti all’epoca e ha il potenziale di minare ogni convinzione che i vari cessate-il-fuoco paramilitari sono genuini”, ha detto Empey.

“Dare un’altra possibilità ad una organizzazione che si suppone essere in cessate-il-fuoco, nella speranza che si tratti di un (omicidio) ‘una tantum’ comporta rischi molto gravi, di cui l’IMC deve essere pienamente consapevole”.

Nel frattempo, Paul Maskey, Sinn Féin, ha bollcato il rapporto come una “perdita di tempo”.

“Mentre l’omicidio di Bobby Moffett era chiaramente una tragedia per la sua famiglia e gli amici, l’IMC oggi dopo settimane spese ad indagare sull’omicidio ci ha detto quello che tutti sanno già, ossia che Moffett è stato ucciso da dell’UVF.

“Date le recenti dimissioni di Dawn Purvis dal PUP non ci saranno conseguenze politiche derivanti da questo rapporto. A livello politico questa relazione mette in evidenza il fatto che l’IMC come organismo serve a poco ed è uno spreco di tempo, denaro e fatica”.

La leader del PUP, l’ala politica della UVF, si dimise per il sospetto che Ulster Volunteer Force fosse responsabile dell’uccisione.

Maskey ha detto che l’IMC deve essere abolita “e le spese dovrebbe essere reindirizzata verso i servizi in prima linea come parte dello sforzo per minimizzare l’effetto dei tagli decisi dai Tory”.

Moffett, sospettato di essere legato alla UVF, è stato colpito al volto e al torace davanti a indaffarati acquirenti e ai che si trovavano fori dalla Northern Bank sulla Shankill Road.

Al momento, gli investigatori segnarono l’omicidio come “esecuzione pubblica”, che collegarono all’UVF di Shankill.

Nessuno è stato accusato in relazione al delitto.

L’Ispettore Capo John McVea ha detto: “Una squadra di investigatori continua a lavorare su questa inchiesta. Stiamo ancora attivamente perseguendo le nostre richieste e noi siamo più determinati che mai a portare i responsabili di questo brutale assassinio davanti ai tribunali.

“Rilancio un appello alla comunità locale per dirci quello che sanno, che cosa hanno visto e quello che hanno sentito. Se la comunità si fa avanti con sostegno tangibile, la polizia non si troverà a dover cercare tali contatti.”

Più di 2.000 persone hanno partecipato ai funerali di Bobby Moffett a Shankill Road, nonostante le minacce paramilitari di stare alla larga.

La relazione IMC è stata consegnata ai governi britannico e irlandese la scorsa settimana.

L’organismo di controllo ha detto che manterrà la questione sotto stretta sorveglianza.

IMC Report 24 | Bobby Moffett
http://www.lesenfantsterribles.org/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif L\'indagine svolta da Independent Monitoring Commission sulla morte di Bobby Moffett per mano di UVF Dimensione / Size:
255.06KB
Scaricato / Clicks:
273