di René Querin

Ci sono stati leggeri scontri al cimitero di St Comans a Roscommon al funerale del prominente repubblicano Ruairí Ó Brádaigh.

Poliziotti dell’Emergency Response Unit in assetto antisommossa attendevano il feretro nel cimitero cittadino, circondando il luogo di sepoltura dell’ex presidente del Republican Sinn Féin.

Appena la famiglia Ó Brádaigh, accompagnata da 20 persone con le bandiere irlandesi, è giunta al cimitero di St Comans trovando una massiccia presenza di poliziotti, da alcuni dei circa 1.800 repubblicani presenti alla funzione si sono levate grida verso i poliziotti, affinché lasciassero la zona.

Spintoni e urla hanno infranto per poco tempo la quiete del cimitero di Roscommon, rimandando le orazioni da parte di familiari e amici.

Il presidente del RSF, Des Dalton, ha condannato la scena cui ha assistito, mentre Conchúr, figlio di Ruairí Ó Brádaigh, ha criticato la pesante gestione e la natura provocativa del servizio di polizia presente al funerale.

La cerimonia funebre è stata officiata in due lingue presso la cattedrale di St Comans e Ruairí Ó Brádaigh è stato ricordato come un uomo per tutte le stagioni.

L’ex presidente e patrono del Repubblican Sinn Féin è deceduto mercoledì. Ha lasciato la moglie Patsy e sei figli.