Bloody Sunday, murales | Bogside, DerryLa famiglia di Bernard McGuigan, una delle vittime del Bloody Sunday, si è rifiutata di incontrare questa settimana il Segretario di Stato per l’Irlanda del Nord, Shaun Woodward, mentre si trovava a Derry per incontrare i parenti ed i legali rappresentanti delle famiglie delle vittime del Bloody Sunday.

La famiglia McGuigan si è detta profondamente preoccupata per gli incontri avuti dal Segretario di Stato con alcuni dei soldati coinvolti nel Bloody Sunday.

Il legale della famiglia, Desmond Doherty, ha richiesto una copia dei verbali di quelle riunioni e ha detto di non trovare ragioni per cui il governo britannico dovrebbe tenere incontri con il soldati coinvolti nel Bloody Sunday.

Ha detto: “Ho contattato l’ufficio del Segretario di Stato chiedendo i verbali dell’incontro avuto con alcuni dei soldati. Hanno risposto di trattare la richiesta in base alla legge per la Libertà di Informazione (Freedom of Information) ma ho detto loro che non è questo il caso.

“Ritengo che la famiglia McGuigan abbia il diritto di sapere perché questi soldati si sono incontrati con i rappresentanti del governo britannico, abbiamo il diritto di sapere quali argomenti sono stati trattati e perché sono stati tenuti”.

Ha continuato: “Quello che ci preoccupa maggiormente è che il Soldato F, l’uomo che riteniamo abbia ucciso Bernard McGuigan, avrebbe potuto essere presente all’incontro e non vediamo alcuna ragione logica per cui il Segretario di Stato britannico dovrebbe sedersi con lui a discutere del Rapporto Saville”.

Il Rapporto Saville sulle morti del Bloody Sunday dovrebbe essere consegnato al governo britannico il prossimo mese di marzo ed i parenti delle vittime stanno attualmente tenendo dei colloqui con il governo britannico su come il rapporto verrà rilasciato e quando ne riceveranno una copia.