Sinn FeinIl parlamentare irlandese (TD – Teachta Dála) Arthur Morgan, Sinn Fein, ieri ha negato una crisi del partito dopo la dimissione del secondo consigliere in una settimana.

Le dimissioni di John Dqyer a New Ross e di Christy Burke a Dublino giungono dopo gli scialbi risultati alle elezioni locali e dopo la perdita del seggio europeo di Mary-Lou McDonald.

Morgan ha riferito che le due dimissioni sono una coincidenza e ha negato il fallimento del partito nel significativo guadagno elettorale nelle ultime elezioni locale.

Burke si è dimesso la scorsa settimana affermando di aver ricevuto poco sostegno alle elezioni suppletive della circoscrizione di Dublin Central, con pochi finanziamenti e con un numero insufficiente di manifesti.

Dqyer ha detto che lo Sinn Fein ha perso la battaglia per la conquista delle aree della classe operaia.

“Lui [Dwyer] aveva l’opportunità di presentarsi alle elezioni come candidato indipendente ma ha scelto di correre sotto l’insegna dello Sinn Fein.

“Credo che la cosa più decente che John possa fare sia di rimettere il mandato ed il seggio.

“Abbiamo conquistato un numero di seggi locali più alto rispetto a prima delle elezioni. Non ci sono questione ma ci sono zone in Irlanda dove abbiamo avuto un risultato scarso ma abbiamo ottenuto molti voti in molte altre parti”, ha aggiunto Morgan.