Gerry Conlon, Guilford Four

Gerry Conlon, incarcerato 15 anni per un crimine che non aveva commesso, ha chiesto il rilascio immediato di Marian Price

Conlon mercoledì era fuori dal tribunale di Derry, dove si sarebbe dovuta tenere l’udienza di Marian Price.

La cinquantottenne repubblicana è in attesa di processo per le accuse legate a un raduno repubblicano tenutosi al City Cemetery di Creggan, Derry.

Al momento Marian Price si trova ricoverata in ospedale.

Gerry Conlon, uno dei Guildford Four (i Quattro di Guilford), si è unito ad una ventina di contestatori riuniti fuori dal tribunale.

“Pensare che un procedimento di legge sia stato usurpato dai politici per fermare una donna, senza che i suoi avvocati possano vedere le accuse sollevate contro di lei, è un abuso della giustizia, una questione di diritti umani.

“Se ci sono prove per dire che qualcuno ha commesso un crimine deve essere portato in tribunale, il suo avvocato dovrebbe avere accesso ad esse e le accuse devono essere aperte e pubbliche.

“La giustizia deve essere equa, aperta e trasparente, e che è per questo che sono qui. Non è giusto, non è aperto e certamente non è trasparente”.

Conlon ha affermato che detenere persone a tempo indeterminato sulla base di prove ottenute segretamente è un passo indietro per il sistema giudiziario.

“Queste sono le cose che i generali hanno fatto in Sud America.

“Arrestavano e imprigionavano le persone in base alle parole di qualcuno, su prove segrete.

“Questo è quello che hanno fatto nei regimi totalitari in Medio Oriente, questo è quello che hanno fatto nel blocco sovietico negli anni ’70 e ’80.

“Se Marian Price deve rispondere di un’accusa, questo dovrebbe avvenire in un tribunale, questa prova dovrebbe essere messa a disposizione dei suoi legali, non dovrebbe essere secretata perché questo blocca tutto.

“Questa dovrebbe essere una società che si evolve, non che regredisce, questo è un internamento”.

Marian Price è accusata di aver partecipato ad una riunione di sostegno ad un’organizzazione vietata, durante la commemorazione per la Rivolta di Pasqua del 1916, tenutasi a Derry nel 2011..

Fu arrestata e rimandata in custodia cautelare su decisione dell’allora Segretario di Stato per l’Irlanda del Nord Owen Paterson.

Secondo il politico inglese, la Price era rilasciata su licenza.

Patterson revocò la licenza di rilascio dopo che era stata fotografata e filmata mentre teneva un foglio di carta da cui un uomo a volto coperto aveva letto una dichiarazione, durante una manifestazione commemorativa repubblicana nel City Cemetery a Creggan, Derry.

È stata detenuta a Hydebank Wood, ma alla fine è stata trasferita in ospedale dopo che i suoi avvocati sono riusciti a farla trasferire per motivi di salute.

In tribunale il giudice distrettuale Barney McElholm rinviato la causa fino alla prossima settimana, dopo aver detto che il giudice ha la facoltà di convocare l’udienza in ambiente ospedaliero.

L’autorità ospedaliera dovrebbe fornire una sala sicura e adatta.

Il giudice, infatti, ha stabilito che l’udienza non si dovrà svolgere in un reparto o presso il letto su cui si trova Marian Price.

McElholm ha detto che prima di prendere la sua decisione finale vuole che il personale ospedaliero sia informato sulla natura di un’udienza osperaliera.

Ha anche spiegato che durante l’udienza preliminare Marian Price non dovrebbe testimoniare e neppure essere interrogata.